La vicenda si riferisce al 2019 ed a processo svoltosi dinanzi al Tribunale di Agrigento

I tre imputati, assistiti dall’avv. Marco Ripamonti,  erano stati chiamati a rispondere del delitto di cui all’art.4 legge 401/89 in quanto gestori di un centro di raccolta scommesse sportive collegato al bookmaker maltese Leaderbet, dotato di licenza presso la Repubblica di Malta, ma non anche di concessione italiana.

Il Tribunale di Agrigento, in accoglimento delle argomentazioni difensive svolte dalla difesa, aveva assolto con formula piena “il fatto non sussiste” i tre imputati, affermando come la società maltese di riferimento fosse da ritenersi soggetto discriminato per effetto del cosiddetto Bando Monti del 2012 e, in particolare, per via della clausola contemplante la cessione dei beni patrimoniali a titolo non oneroso alla termine di durata dei diritti.

La Sentenza è stata appellata dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Palermo, che ne ha chiesto la riforma con conseguente condanna dei tre, sulla base di argomenti finalizzati a sostenere l’attività di intermediazione da parte dei titolari del centro, che stampavano ticket di scommesse e ponevano a disposizione dei clienti le strutture informatiche ma, principalmente, che il bookmaker in questione non fosse da ritenere discriminato, non avendo partecipato ad alcuna gara e non avendo impugnato il bando stesso, non potendosi applicare in via automatica ad ogni operatore i principi di cui alla nota Sentenza Laezza.

Il processo d’appello è stato discusso all’udienza del 5 ottobre 2022. La difesa, anche in appello patrocinata dall’avv. Marco Ripamonti, ha illustrato argomenti finalizzati a sostenere la discriminazione, ancorché “indiretta”, in capo al bookmaker in questione, trattando anche il tema dell’intermediazione. La Corte d’Appello, accogliendo le tesi della difesa, ha confermato la sentenza assolutoria del primo grado, riservando le motivazioni.

Articolo precedenteBetflag, scommesse: vinti 30.000 euro con una multipla a suon di goal
Articolo successivoLotto e 10eLotto: ecco i top 10 numeri ritardatari e le vincite del 18 ottobre