La Commissione belga per il gioco d’azzardo (BGC) ha ridotto a 30 il numero di concessioni per operatori di scommesse.

Il governo ha approvato nuove modifiche al regio decreto del dicembre 2010, che delinea i requisiti di licenza e gli obblighi commerciali per gli operatori di scommesse (online o al dettaglio) per interagire con i clienti.

Dal 31 luglio 2022 al 31 luglio 2031 le concessioni che verranno rilasciate potranno essere al massimo 30.

La Commissione sarà autorizzata a elaborare una nuova licenza solo nel caso in cui un operatore attivo cesse la sua attività.

Le leggi belghe sul gioco d’azzardo richiedono a tutte le società di scommesse di ottenere una licenza che fornisca dettagli al registro delle imprese nazionali e ogni informazione sulla gestione.

Gli operatori di scommesse autorizzati sono tenuti a registrare ulteriori licenze a seconda del settore delle scommesse in cui operano: vendita al dettaglio, negozio di scommesse, edicola o corse di cavalli.

Ad agosto, gli operatori storici autorizzati sono stati avvisati di ulteriori modifiche poiché il governo ha presentato alla Commissione europea nuovi requisiti di gioco più sicuri e restrizioni pubblicitarie.

Articolo precedenteCommissione Antimafia, Endrizzi (M5S): “Usura e gioco d’azzardo patologico fenomeni legati alla disperazione”
Articolo successivoFriuli, Ussai (M5S) su proroga entrata in vigore distanziometro: “Centrodestra ha preferito tutelare l’azzardo e non la salute”