I funzionari ADM dell’Ufficio dei Monopoli sezione operativa di Catania, in collaborazione con i militari dell’Arma dei Carabinieri di Randazzo (CT) e con i funzionari del Nucleo dell’Ispettorato del Lavoro territoriale, nel corso dei controlli finalizzati alla prevenzione e alla repressione delle violazioni in materia di giochi e scommesse sportive online, hanno rinvenuto, presso un circolo privato, 7 personal computer, utilizzati dagli avventori per i giochi da casinò online disponibili su piattaforme estere, non rispondenti alle caratteristiche degli apparecchi autorizzati dall’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli. Per tutte le apparecchiature elettroniche è scattato il sequestro amministrativo e l’applicazione di sanzioni per 350.000 euro.

Articolo precedenteFIT: “Ecomap, nuova tabaccheria protetta”
Articolo successivoMilleproroghe, Piccolotti (Avs): “Emendamento Lotito su pubblicità e scommesse una follia”