Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Emilia Romagna, sezione staccata di Parma (Sezione Prima), ha pronunciato ordinanza sul ricorso proposto da una società di gestione dei giochi pubblici rappresentata e difeso dagli avvocati Cino Benelli (nella foto), Camilla Amunni, contro il Comune di Parma, Regione Emilia-Romagna e Comune di Gattatico, per l’annullamento, previa sospensione dell’efficacia,

– della deliberazione della Giunta comunale di Parma n. 181 del 24 maggio 2018, avente ad oggetto “Prevenzione e contrasto alle ludopatie – Approvazione elenchi e mappatura delle sale gioco, sale scommesse, esercizi commerciali, pubblici esercizi, aree aperte al pubblico, circoli privati e associazioni, esercizi autorizzati ai sensi degli artt. 86 e 88 del TULPS che ospitano apparecchi per il gioco d’azzardo lecito di cui all’art. 110 del TULPS. I.E.”, con relativi allegati;

– della deliberazione del Consiglio comunale di Parma n. 37 del 28 maggio 2018, avente ad oggetto “Variante normativa al POC ed al RUE per l’attuazione di misure per il contrasto alle ludopatie (Legge regionale 21 marzo 2000, n. 20 e ss.mm., artt. 34 e 33 e Legge Regionale 04 luglio 2013, n. 5 e ss.mm.ii.). Controdeduzione alle osservazioni e approvazione I.E.”, con relativi allegati;

– di ogni altro atto ad essi presupposto e conseguente, ancorché incognito.

“Ritenuta, ad una sommaria delibazione, propria della presente fase cautelare del giudizio, in disparte ogni considerazione sul fumus boni iuris dei motivi aggiunti proposti, – si legge nell’ordinanza – la sussistenza del pericolo di un danno grave ed irreparabile, in quanto l’esecuzione del provvedimento impugnato comporterebbe la chiusura della sala scommesse di che trattasi, e ritenuto, altresì, necessario pervenire alla discussione del merito della causa, già fissata al 24 maggio 2023, re adhuc integra;

P.Q.M.

Il Tribunale Amministrativo Regionale per l’Emilia-Romagna, Sezione staccata di Parma (Sezione Prima) accoglie la proposta domanda cautelare e, per l’effetto, sospende il provvedimento prot. 001622110348 emesso dal Comune di Parma il 25 ottobre 2022.

Conferma per la trattazione del merito del ricorso l’udienza pubblica del 24 maggio 2023″.

Articolo precedenteSisal scrive un pezzo di storia dell’Eurojackpot in Italia: il 10 dicembre 2021 realizzato a Firenze un “5+0” da oltre 125mila euro
Articolo successivoGioco d’azzardo, due gestori di slot ricorrono al Tar per chiedere l’annullameno della legge regionale della Calabria