La Gaming Authority (Ksa) ha comminato una sanzione di 900mila euro a Shark77 Ltd. La società dava ai giocatori dei Paesi Bassi l’opportunità di partecipare a giochi d’azzardo senza la licenza richiesta. Ciò è vietato ai sensi della legge sulle scommesse e sul gioco. Far rispettare questo divieto è una delle priorità della Ksa. Poiché Shark77 ha violato questo divieto, è stata inflitta una sanzione.

Offerta illegale multata

Sul sito web venivano offerti giochi da casinò e scommesse sportive. Non sono state prese misure tecniche per impedire ai partecipanti dei Paesi Bassi di accedere ai giochi d’azzardo. La Gaming Authority ha inflitto una sanzione per la violazione.

Minaccia alla canalizzazione verso l’approvvigionamento legale

L’offerta di giochi d’azzardo online è consentita solo con una licenza della Gaming Authority. Sono previste norme e regolamenti rigorosi volti a garantire che vi sia un’offerta legale sicura, in base alla quale ai giocatori viene garantito il fair play e sono protetti dalla dipendenza da gioco. Un fornitore autorizzato di giochi d’azzardo online ha costi che i fornitori illegali di giochi d’azzardo online non devono sostenere. Inoltre, i fornitori illegali non pagano alcuna tassa nei Paesi Bassi e non sono limitati nella conduzione della loro attività dalle rigide regole del Betting and Gaming Act e dai relativi regolamenti sulle licenze. Ciò consente ai fornitori illegali di offrire un’offerta diversa, ad esempio offrendo giochi d’azzardo vietati ai titolari di licenza. 

René Jansen, presidente della Ksa: “Questi fornitori possono quindi avere un effetto attrattivo sui giocatori e compromettere la canalizzazione verso l’offerta legale. Lo consideriamo grave e altamente indesiderabile. I giocatori olandesi meritano la buona protezione dei fornitori con una licenza della Gaming Authority”.

Articolo precedenteiGB Affiliate London, 31 nuovi espositori da 18 nazioni
Articolo successivoRimini: buon risultato per lo Sportello dei Monopoli in dogana