La Gaming Authority (Ksa) ha esortato tutti i fornitori autorizzati di giochi d’azzardo online a smettere di fornire bonus sotto forma di cashback. La Ksa ha avvertito i fornitori che offrire un bonus in questa forma non è più consentito.

Con i bonus cashback, i giocatori recuperano una parte della loro perdita. Ciò contribuisce a correre più rischi e abbassa la soglia per giocare. Ad esempio, giocando con scommesse più alte o giocando più spesso.

I bonus sono considerati attività pubblicitarie. Secondo la legge, le pubblicità non possono incoraggiare comportamenti di gioco intemperanti. Secondo l’opinione della Ksa, questo è il caso dei bonus cashback.

Se i fornitori online non smettono immediatamente di fornire bonus cashback, rischiano azioni esecutive da parte della Ksa.

Articolo precedenteLotto e 10eLotto: ecco i top 10 numeri ritardatari e le vincite del 29 novembre
Articolo successivoMalta, annullata l’autorizzazione per Morpheus Games (MT)