Si trovavano in un centro scommesse di Pachino, in provincia di Siracusa, ma senza utilizzare le mascherine protettive obbligatorie. Sei giocatori e il gestore della sala scommesse sono stati colpiti da sanzioni amministrative, per un totale di 6mila euro, per violazioni delle normative contro la diffusione del Covid19.

L’attività è stata svolta dai poliziotti agli ordini del commissario capo, Giuseppe Arena, durante un servizio di controllo del territorio per il rispetto delle misure previste dal decreto legislativo per il contenimento dell’epidemia da Coronavirus.

Durante i controlli in una sala scommesse, sono stati scoperti 6 giocatori, tutti stranieri, sprovvisti della mascherina protettiva obbligatoria all’interno dei locali. Sono scattate le sanzioni: 400 euro per ogni giocatore e 600 euro nei confronti del gestore, moltiplicato per il numero di giocatori. Il totale delle multe è di 6mila euro.

Uno dei giocatori, inoltre, originario della Tunisia, è risultato non ottemperante ad un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale emesso dalla Prefettura di Siracusa, ed è stato condotto al centro di Caltanissetta per essere espulso dall’Italia.

Un cittadino gambiano è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria poiché non aveva al seguito il documento di soggiorno. L’attività degli agenti del commissariato di via Tafuri continuerà serrata anche nei giorni festivi per far garantire il rispetto delle normative anticovid, oltre che per garantire la pubblica sicurezza.

Articolo precedenteRaffica di controlli anti Covid sulla costa fermana: ispezioni anche in attività giochi, nessuna irregolarità
Articolo successivoManovra, Faraone (IV): “Stanziati i fondi, su Ippodromo di Palermo impegno mantenuto”