L’Austrian Brand Value Study 2022 ha premiato per la diciannovesima volta le aziende di maggior valore a livello nazionale e ha confermato l’eccellente 2° posto di NOVOMATIC. Il gruppo che si occupa di tecnologia di gioco sale anche al 4° posto nella classifica dei marchi sostenibili

Con circa 21.200 dipendenti in tutto il mondo e attività in circa 100 paesi, NOVOMATIC si è assicurata ancora una volta un ottimo secondo posto a livello nazionale nella classifica dell’European Brand Institute (EBI). Con un valore del marchio di 3,033 miliardi di euro (+2,2%), l’azienda si colloca attualmente tra Red Bull e la catena di distribuzione alimentare nazionale Spar.

NOVOMATIC ha anche ricevuto un prezioso riconoscimento per il suo grande impegno nell’area della sostenibilità con un marchio AAA Sustainable Brand Rating e un ottimo 4° posto. Nonostante il difficile contesto economico legato alla pandemia per tutto il 2021, NOVOMATIC è stata in grado di ottenere numerosi riconoscimenti internazionali e prime posizioni in rinomati rating ESG grazie alla sua forza innovativa, al perseguimento coerente degli obiettivi di sostenibilità e alle misure di miglioramento dell’efficienza.

“Essere ripetutamente al secondo posto tra le aziende di marca di maggior valore del Paese dimostra ancora una volta che la nostra doppia strategia di produttore e operatore è la strada giusta da percorrere. Dopotutto, una presenza del marchio coerente e forte è essenziale per il nostro successo internazionale. Inoltre, siamo particolarmente lieti dell’ottimo posizionamento nel Sustainable Brand Ranking, poiché a questo riguardo abbiamo una grande responsabilità nei confronti dei nostri dipendenti e clienti”, sottolinea Johannes Gratzl, CEO di NOVOMATIC.

Nell’ambito dell’Austrian Brand Value Study, l’European Brand Institute determina ogni anno le aziende austriache di maggior valore tra le “trend-TOP500 delle aziende con il fatturato più alto in Austria” della rivista economica Trend. Le aziende che sono possedute per oltre il 45% da austriaci e il cui valore del marchio è valutato secondo gli attuali standard internazionali ISO 10668 e ÖNORM A 6800 sono valutate sulla base di criteri quali settore industriale, forza del marchio, sviluppo delle tendenze, potenziale del marchio e fatturato. Lo studio ha nominato 180 aziende di marca austriache provenienti da 16 segmenti industriali.

Articolo precedente“Lottomatica Talks – Gioco Pubblico, Responsabilità e Tutela dei Consumatori”: il 6 luglio appuntamento a Firenze
Articolo successivoFrancaise des Jeux, tonfo in Borsa dopo indagine su canoni concessione lotterie