L’American Gaming Association (AGA) ha pubblicato un nuovo studio che quantifica l’impatto che l’industria dei giochi da casinò ha sull’economia degli Stati Uniti. Condotto da Oxford Economics, i risultati mostrano che l’industria del gioco commerciale e tribale degli Stati Uniti:

  • Contribuisce con 328,6 miliardi di dollari all’economia degli Stati Uniti.
  • Supporta 1,8 milioni di posti di lavoro e 104 miliardi di dollari di salari e stipendi in tutto il paese.
  • Genera 52,7 miliardi di dollari di entrate fiscali per i governi federali, statali e locali.

L’industria del gioco statunitense offre crescita e impatto a lungo termine alle comunità, generando entrate fiscali significative, creando posti di lavoro stabili, sostenendo le piccole imprese locali e finanziando le priorità critiche della comunità“, ha dichiarato Bill Miller, Presidente e CEO di AGA, durante le osservazioni sullo stato dell’industria al G2E 2023.

Secondo il rapporto, l’industria del gioco d’azzardo americana impiega direttamente più di 700.000 persone negli Stati Uniti nel contesto della più ampia economia statunitense:

  • Il gioco offre più posti di lavoro diretti rispetto ai settori del trasporto aereo, del servizio postale o del cinema e dei video.
  • L’occupazione diretta del casinò rappresenta 1 su 33 posti di lavoro per il tempo libero e l’ospitalità.

I 53 miliardi di dollari di tasse generate dall’industria del gioco forniscono finanziamenti critici per programmi e servizi pubblici locali, tra cui istruzione, infrastrutture e sviluppo economico, nonché entrate supplementari per i fondi generali statali.

Recenti ricerche AGA correlate mostrano che i benefici economici generati dal gioco sono ampiamente riconosciuti dagli americani, con un record del 71% degli adulti che afferma che l’industria dei giochi da casinò ha un impatto positivo sull’economia degli Stati Uniti.

Articolo precedenteIn Lituania la 7a conferenza dei regolatori di gioco baltici
Articolo successivoBetsson Group, 6a Conferenza Diversity & Inclusion (D&I) a tema “Taking Action”