MGA

La Malta Gaming Authority ha avviato una consultazione chiusa che chiama in casua i suoi licenziatari per ricevere proposte di modifica alla direttiva sulla protezione dei giocatori (direttiva 2 del 2018). Le modifiche mirano a rafforzare e chiarire l’attuale quadro di protezione dei giocatori. Questo quadro sosterrà le iniziative dell’Autorità per il futuro e faciliterà i piani dell’Autorità per migliorare continuamente il quadro di protezione dei giocatori, inclusa l’eventuale pubblicazione di linee guida dettagliate sulla protezione dei giocatori per i licenziatari.

L’Autorità sta conducendo ricerche dettagliate e raccogliendo esperienza di esperti per fungere da base per l’eventuale pubblicazione di tali linee guida. Come primo passo, le modifiche proposte, soggette alla consultazione chiusa in corso, approfondiscono, tra l’altro, gli obblighi dei licenziatari in merito alle loro politiche e procedure di gioco responsabile e l’introduzione di cinque indicatori di danno che devono essere considerati da licenziatari nel determinare misure e processi efficaci per rilevare e affrontare il problema del gioco d’azzardo.

Negli emendamenti proposti sono state incluse anche disposizioni relative al rafforzamento sul denaro reale e alla formazione del personale. Le modifiche vengono proposte sulla base di una revisione delle sezioni chiave della direttiva effettuata da un esperto del settore e sulla base delle ricerche e dell’esperienza dell’Autorità raccolte attraverso gli audit e le visite di familiarizzazione dell’Unità Gioco Responsabile. La consultazione in corso darà l’opportunità ai licenziatari di fornire il proprio feedback, se del caso, in merito alle modifiche proposte. Il periodo di consultazione durerà fino al 14 ottobre 2022. Si prega di contattare l’Autorità all’indirizzo [email protected] per qualsiasi domanda o feedback in merito alla consultazione.

Articolo precedenteIl mercato del gioco d’azzardo mondiale in recupero nel secondo trimestre 2022, ma ancora lontano dai livelli pre-Covid
Articolo successivo#Astro4HER: il tavolo permanente delle donne presenta il sito e le attività messe in campo