Ballo Ballo, la hit della presentatrice e artista storicamente legata alle estrazioni, ispira il nuovo film in onda a partire da domenica 23 ottobre 2022. Il progetto, ideato da EPIK e con la pianificazione media a cura di OMD, si propone di coinvolgere il pubblico in un rito della tradizione italiana

Lotteria Italia (brand del gruppo IGT), la lotteria a estrazione differita partita il 19 settembre scorso e che culmina nel grande sorteggio del 6 gennaio 2023, torna on air celebrando un’icona della musica italiana. Si tratta di Raffaella Carrà, l’artista storicamente legata alle estrazioni fino dagli anni ’90.

Riconosciuto come un vero e proprio momento della cultura pop della Penisola, al rito della Lotteria è dedicato il film danzante – in onda a partire da domenica 23 ottobre 2022 – realizzato da EPIK sulle note del singolo della Carrà Ballo Ballo, brano amato da un pubblico intergenerazionale.

Il videoclip, della durata di 1 minuto, si ispira fin dal titolo, Ballo Bello, ad alcune coreografie originali della hit, già sigla di Fantastico 3 nel 1982, traducendola in chiave contemporanea in diverse ambientazioni. Lotteria Italia, in particolare, ha voluto celebrare l’italianità nei luoghi e nelle persone e, in quest’ottica, è stata scelta una modalità produttiva innovativa usando come set i luoghi della Penisola, da Milano a Santa Maria di Leuca, e come cast persone scelte attraverso un tour nel nome dell’autenticità.

Raffaella Carrà è stata una figura iconica per Lotteria Italia: le estrazioni nel corso dei suoi programmi hanno infatti segnato un record di adesioni e di ascolti. La scelta della colonna sonora persegue anche una strategia inclusiva: riconosciuta come icona di modernità, l’artista ha cambiato le regole della televisione e della musica, rompendo tabù nel nome della diversity e dell’inclusion. Due temi ripresi anche dal concorso “Disegniamo la fortuna” a partire dal quale sono stati scelti i 12 disegni dei biglietti di questa edizione della Lotteria Italia.

Il progetto porta la firma e la strategia di EPIK, che ha ideato e concepito il format, mentre la pianificazione media è a cura di OMD. Prosegue così il percorso di collaborazione tra la branded entertainment company e il gruppo IGT, culminato a giugno scorso nella piattaforma Art is Open che celebra la vocazione divulgativa della multinazionale nell’ambito culturale e artistico.

A realizzare Ballo Bello, la casa di produzione Indiana Production per la regia del collettivo pugliese Broga’s.

Articolo precedenteGoverno, Fipe-Confcommercio: “Auguri e piena collaborazione al nuovo esecutivo per il futuro di ristorazione e pubblici esercizi”
Articolo successivoSisal scrive un pezzo di storia dell’Eurojackpot in Italia: il 24 ottobre 2014 realizzato a Sottomarina di Chioggia (VE) un “5+0” da oltre 150mila euro