OIES

Il 21 novembre a Roma presso lo studio legale Ontier, l’Osservatorio Italiano Esports organizza l’evento che riunirà gli studi legali membri dell’Osservatorio per discutere soluzioni in merito alla normativa attuale sugli Esports

Quando si parla di Esports in Italia, ci si riferisce a un settore che è ancora manchevole di una normativa chiara, che consenta alle società del settore di operare in un quadro regolatorio certo e alle aziende di investire in sicurezza.

Per questo motivo l’Osservatorio Italiano Esports organizza la terza edizione dell’Esports Legal Forum, l’evento che riunisce gli studi legali membri del network con l’obiettivo di condividere idee e proposte per la regolamentazione degli Esports. In questa edizione verranno aggiunti anche nuovi temi legati allo sviluppo del mercato del gaming, come NFT, metaverso e in generale la blockchain.

L’evento si terrà in presenza lunedì 21 novembre dalle 16:00 alle 18:00 presso la sede dello studio legale Ontier a Roma, in Piazza Cavour 19, e verrà trasmesso in live streaming sulla pagina LinkedIn dell’Osservatorio Italiano Esports.

All’Esports Legal Forum prenderanno parte i seguenti relatori che si occuperanno di temi specifici:

  • Luca Pardo, Founding Partner di Ontier Italia, analizzerà il tema della salvaguardia del diritto d’autore dei publisher;
  • Carlo Rombolà, Founding Partner dello Studio Legale Rombolà & Associati, parlerà delle nuove professioni (e della loro possibile regolamentazione) che stanno nascendo grazie agli Esports;
  • Stefano Sbordoni, Managing Partner & Founder dello Studio Legale Sbordoni & Partners, approfondirà il tema del betting negli Esports;
  • Niccolò Travia, Managing Partner dello Studio Lorenzoni, si occuperà del tema ancora caldo del Langate e dei possibili sviluppi;
  • Giulietta Minucci, Senior Associate di Lexia Avvocati, interverrà in merito ai profili di diritto di proprietà intellettuale, diritto d’autore e diritto civile connessi alla vendita degli NFT;
  • Biagio Giancola, Legal Partner dello Studio Legale Martinelli Rogolino Giancola, farà un approfondimento su doping, cheating e sul riconoscimento degli Esports da parte delle istituzioni nazionali e internazionali.

La terza edizione dell’Esports Legal Forum conferma l’impegno dell’OIES nel dare vita a un dibattito democratico sulla regolamentazione del settore – commenta Luigi Caputo founder dell’Osservatorio -. Ci sono diversi attori nella filiera del mondo gaming, tutti che contribuiscono allo sviluppo del settore. Per questo crediamo che solo dalla condivisione di idee e nuovi punti di vista si possa contribuire alla regolamentazione di un mondo che sta crescendo di anno in anno e che necessita al più presto di regole chiare e riconosciute”.

L’Osservatorio Italiano Esports è il primo network B2B in Italia che raduna tutti gli operatori del settore per attività di formazione, divulgazione e networking. É un progetto di Sport Digital House, digital company focalizzata sul settore dello sport che sviluppa innovative strategie di funnel marketing per le aziende utilizzando il proprio network di atleti e team Esports.

Clicca qui per ricevere maggiori informazioni su come diventare membro dell’OIES.

Articolo precedenteInnovazione no-code, firmato accordo tra Microgame e Flows
Articolo successivoScommesse calciomercato: Cristiano Ronaldo rompe con lo United, Major League o Sporting Lisbona nel futuro. Il Milan, a 33 su Sisal, sogna il colpo