L’edizione 2022 della fiera balcanica dell’industria del gioco e dell’intrattenimento BEGE ha mostrato gli ultimi risultati prodotti nel settore su un’area di 7.800 metri quadrati nell’Inter Expo Center di Sofia. Durante il grande evento, tenutosi il 23 e 24 novembre, si sono incontrate 85 aziende espositrici provenienti da tre continenti. Tradizionalmente, il forum ha offerto una serie opportunità per la creazione di nuovi partenariati strategici e per gli operatori del settore la possibilità di entrare in nuovi mercati. Durante la fiera sono stati presentati anche i prestigiosi BEGE 2022 Awards per i risultati e le innovazioni nel settore dei giochi. Le migliori aziende sono state premiate in 18 categorie.

BEGE 2022 si è svolto sotto il patrocinio dell’organismo di regolamentazione del settore del gioco, l’Agenzia nazionale delle entrate della Bulgaria. “L’industria del gioco d’azzardo è il settore in via di sviluppo più dinamico in Bulgaria. Lavoriamo molto bene con le aziende del settore. È importante notare che siamo della stessa idea per quanto riguarda l’importanza del gioco responsabile “, ha dichiarato Boris Mihailov, direttore esecutivo dell’Agenzia, durante l’apertura ufficiale della fiera.

Angel Iribozov, presidente dell’Associazione dell’industria del gioco in Bulgaria, ha presentato dati secondo i quali le entrate generate dal settore del gioco nel bilancio statale per il 2021 ammontano a 240 milioni di BGN, con un aumento del 25% su base annua. “C’è un trend sostenuto di crescita significativa nel segmento online con una ripresa nei primi 4 mesi del 2021. L’industria si sta trasformando anche grazie allo sviluppo accelerato dalla tecnologia”, ha aggiunto.

In occasione di BEGE 2022 si è tenuto l’Eastern European Gaming Summit (EEGS). Il Summit è concentrato sul futuro del settore e sul potenziale che detiene: metaverse, crypto, blockchain, marketing del gioco d’azzardo, nuovi mercati, regolamenti e gioco responsabile. I relatori del  forum di due giorni includevano importanti esperti internazionali del settore, come Alex Haberl, Regulatory Development Manager, GLI Europe B.V., Pieter Remmers, co-presidente del gioco d’azzardo presso l’International Council on Alcohol and Other Addictions (ICAA) e membro del consiglio di amministrazione dell’Associazione europea per lo studio del gioco d’azzardo (EASG) e il Dr. Joerg Hofmann, Senior Associate presso lo studio legale Melchers.

Si è tenuta anche una tavola rotonda tra i rappresentanti dell’Agenzia nazionale delle entrate e vari operatori di gioco in Bulgaria. Ha dato un solido inizio alle discussioni tra l’organismo di regolamentazione e i singoli operatori del settore. L’incontro ha fornito un chiaro prerequisito per una cooperazione futura ancora migliore tra l’istituzione statale e le aziende private nel Paese.

I giornalisti dell’industria del gioco hanno anche avuto l’opportunità di visitare gli eventi EEGS di accompagnamento il 21 e 22 novembre presso il Millennium Grand Hotel di Sofia: oltre 60 di loro hanno partecipato alla Master Class 2022 sul tema del “Gioco responsabile”, e il giorno successivo si è tenuta una speciale Conferenza di affiliazione, fornendo una piattaforma per lo scambio di idee ed esperienze tra i partecipanti e un ambiente per la creazione e il mantenimento del business Contatti.

Con un interesse che ha superato tutte le aspettative ed essendo  una piattaforma mondiale per  estendere le relazioni commerciali e le partnership, la fiera del gioco si è definita ancora una volta come la preminente per l’industria del gioco e dell’intrattenimento nella regione europea.

Articolo precedenteEGBA, Rapporto annuale sostenibilità 2021/22: “Betsson: Un rapporto sano con il gioco”
Articolo successivoCalabria, bagarre in consiglio regionale su modifica legge gioco d’azzardo: manca il numero legale, rinviato il voto