Le corse all’ippodromo di Palermo rischiano di non partire. La Sipet, che gestisce l’impianto della Favorita, ha diffuso un comunicato in cui evidenzia che il ministero delle politiche agricole non ha provveduto al pagamento delle sovvenzioni. I vertici della società toscana hanno quindi deciso di sospendere le corse a partire dal 10 settembre.

“Dando seguito a quanto già precedentemente intercorso con il Ministero e partecipato alle Categorie – si legge in una nota della Sipet – questa società, suo malgrado, è costretta a confermare l’impossibilità ad effettuare le giornate di corse in calendario, a partire dal 10 settembre, in attesa di ricevere il pagamento della sovvenzione 2021 e dell’acconto della sovvenzione 2022. E’ una decisione grave e forzata – conclude la Sipet – che non si sarebbe mai voluta adottare, ma nella situazione in cui è tenuta la società dai ritardi su ritardi non vi è attualmente la possibilità di correre”.

Articolo precedenteBlitz antimafia in provincia di Trapani, 70 indagati: accuse anche per reati in materia di gioco d’azzardo
Articolo successivoIppica, sequestrati farmaci dopanti in provincia di Savona