GT in Italia prosegue il cammino verso un business sempre più sostenibile, impegnandosi a ridurre il proprio impatto sull’ambiente e a migliorare i sistemi di gestione dei propri servizi

Nella giornata mondiale della Terra, IGT, azienda leader a livello mondiale nel settore del gioco regolamentato, comunica che entro la fine del 2022 consumerà solo energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili e certificata da Garanzie di Origine (GO) nelle sue sedi italiane dedicate al business delle Lotterie.

La scelta di acquistare energia elettrica rinnovabile sottolinea la responsabilità dell’azienda nei confronti dell’ambiente, con particolare riferimento alla lotta al cambiamento climatico, e la sua costante attenzione verso il raggiungimento di una crescita sostenibile.

In Italia IGT gestisce le concessioni delle Lotterie e la sua sede di Roma ospita la governance di tutte le attività del mercato globale delle lotterie per il Gruppo IGT: una presenza consolidata nel mercato italiano grazie ai più alti standard di servizio, integrità e responsabilità.

L’azienda abbraccia i principi promossi dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile adottata dalle Nazioni Unite nel 2015 e si impegna quotidianamente per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) in ambito economico, sociale e ambientale. Consapevole della propria responsabilità verso le generazioni presenti e future, IGT, oltre a scegliere energia prodotta da fonti rinnovabili, ricerca le migliori soluzioni per contrastare il cambiamento climatico attraverso un uso efficiente e intelligente delle risorse energetiche, l’adozione di misure di risparmio energetico e un utilizzo consapevole delle risorse naturali, incrementando costantemente la quota di materiali riciclati e riciclabili utilizzati nei processi aziendali.

Il cambiamento climatico rappresenta una delle principali sfide per lo sviluppo sostenibile del nostro pianeta – ha dichiarato Fabio Cairoli (nella foto), CEO IGT Global Lottery -. Nessuna azienda può ritenersi esclusa dalla lotta al climate change. IGT ha individuato nel contrasto al cambiamento climatico uno dei pilastri chiave della propria visione di crescita, dedicandosi costantemente alla tutela e alla salvaguardia dell’ambiente in un processo di continuo miglioramento della propria performance ambientale ed energetica, mettendo a disposizione adeguate risorse per perseguire una crescita sostenibile”.

Grazie all’acquisto di energia elettrica proveniente da fonti rinnovabili, IGT in Italia annulla entro la fine del 2022 le emissioni di CO2 legate all’approvvigionamento di elettricità; nel corso del 2021 queste emissioni ammontavano a circa 4.500 tonnellate di CO2. La riduzione totale delle emissioni avviene in sinergia con un percorso che mira a ridurre il consumo energetico in termini di MWh per gli impianti e gli uffici italiani.

Articolo precedenteScommesse: nasce nuova piattaforma per il betting exchange
Articolo successivoSenato, Nastri (FdI) al Governo: “POS obbligatorio, lotteria scontrini e fatturazione elettronica per i forfettari le vostre priorità. Peggio di così non potete fare”