“Grazie alle donne del settore abbiamo una inaspettata chance di farci ascoltare. Un grazie, immenso e sentito a quelle donne che hanno organizzato ed appoggiato una manifestazione pacifica, dignitosa e seria con al centro l’universo femminile di questo comparto. Un comparto in cui le donne hanno spesso un ruolo centrale, in cui la difficoltà di gestire un business si accompagna a storture burocratiche e pregiudizio: chi meglio delle nostre donne
poteva rappresentare la parte sana del settore? Un grande plauso, un grande in bocca al lupo e un sentito grazie a queste splendide signore del gioco che, ne sono certo, arriveranno là dove le associazioni si sono fermate: al riconoscimento e alla dignità del settore del gioco lecito italiano”. Così l’Ing. Francesco Gatti (nella foto), Bakoo Spa.

Articolo precedenteFermo del gioco fino al 5 marzo, Distante (Sapar) attacca Biancheri (sindaco Sanremo): “Gli stanno a cuore solo i suoi dipendenti e quelli del casinò”
Articolo successivoRevoca autorizzazione gestione sala giochi, Tar Sicilia accoglie ricorso: “Manca doverosa comunicazione dell’avvio del procedimento”