“Un settore in così forte evoluzione richiede un soggetto regolatore che possa avere una capacità di intervento molto importante e soprattutto adeguata. Il settore del gioco, lo abbiamo visto durante la pandemia, è ad elevatissima innovazione e ha a che fare con le valute digitali, così come il settore del metaverso. L’agenzia si sta già misurando con una serie di difficoltà, se a queste si aggiungono quelle che possono essere delle rigidità o storturte di bilancio pubblico, è evidente che ci si trova davanti a una sorta di tempesta perfetta che rischia di portare a una regolamentazione non efficiente e poco funzionale. Invierò questa ricerca per un esame ai nostri reparti di vigilanza, che avranno così modo per ulteriori considerazioni”.

Lo ha detto Marcello Minenna, direttore generale dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli, durante l’evento “Giocare da grandi. Analisi, prospettive e scenari del settore del gioco pubblico” organizzato oggi a Roma da Formiche, in collaborazione con SWG S.p.A. e IGT, per presentare l’ultima indagine dell’Osservatorio sul gioco.

Articolo precedente“Giocare da grandi”, Grassi (SWG): “Serve certezza regolativa”
Articolo successivo“Giocare da grandi”, Pastorino (STS): “Il mercato si sposta in avanti, servono regole chiare”