Dopo aver registrato una pressione pubblicitaria senza precedenti a favore del gioco d’azzardo durante gli Europei di calcio nel 2021, l’ANJ aveva adottato nel febbraio 2022, a seguito di un’ampia consultazione pubblica, un ambizioso piano d’azione per “de-intensificare” la pressione pubblicitaria su tutti i mezzi di comunicazione (televisione, radio, affissioni e digitale) e rafforzare la protezione dei minori e del pubblico a rischio, in particolare sulle leve digitali.

Questo piano in due parti comprendeva, da un lato, linee guida sul contenuto delle comunicazioni commerciali e, dall’altro, raccomandazioni per ridurre la pressione pubblicitaria su tutti i canali mediatici e proteggere i minori e il pubblico vulnerabile.

Al fine di rendere operativo questo piano d’azione, sono state firmate quattro carte dai professionisti interessati, a testimonianza del loro forte impegno a moderare la pressione pubblicitaria e promuovere la pubblicità responsabile per prevenire il gioco d’azzardo di minori e del pubblico vulnerabile.

In primo luogo, sotto l’egida dell’ARCOM, sono state riviste le due carte esistenti applicabili alla televisione e alla radio. Accolgono la raccomandazione dell’ANJ di limitare la pubblicità per il gioco d’azzardo.

In secondo luogo, la Carta relativa alla segnaletica è una novità. Riunisce professionisti del settore che si impegnano a escludere la comunicazione pubblicitaria a favore del gioco d’azzardo nelle immediate vicinanze di scuole e strutture di cura delle dipendenze e a limitare la pressione pubblicitaria visiva degli eventi nelle stazioni ferroviarie e della metropolitana. Forniranno all’ANJ spazi per distribuire campagne di affissione per prevenire i rischi di un gioco d’azzardo eccessivo.

Infine, la carta per la pubblicità digitale responsabile che riunisce tutti gli operatori di gioco d’azzardo autorizzati in Francia e i professionisti della pubblicità membri dell’Alleanza digitale. Si tratta di un importante accordo settoriale, firmato da tutti gli operatori del gioco d’azzardo, che rappresenta un’iniziativa senza precedenti in termini di pubblicità digitale. Dovrebbe consentire di controllare meglio le comunicazioni commerciali degli operatori pubblicate sui social network, le piattaforme, le applicazioni mobili, i siti Web, nonché quelle degli influencer e degli ambasciatori. Gli operatori si impegnano inoltre a proteggere i minori dalla pubblicità del gioco d’azzardo e a non esercitare pressioni pubblicitarie sul pubblico vulnerabile, in particolare sui giovani e sui giocatori eccessivi.

L’attuazione di queste quattro carte sarà monitorata annualmente dall’ANJ.

Per Isabelle FALQUE-PIERROTIN: “All’indomani di Euro 2020, l’ANJ ha avviato un ambizioso piano d’azione per moderare il contenuto delle pubblicità sul gioco d’azzardo e la pressione pubblicitaria a cui il pubblico è esposto. A pochi giorni dall’inizio della Coppa del Mondo, la firma di queste carte in uno spirito di co-regolamentazione è un segnale forte da parte di tutte le parti interessate per promuovere la pubblicità responsabile. Il periodo che ci aspetta è cruciale perché permetterà a tutti di verificare che la pubblicità nel settore del gioco d’azzardo sia cambiata e che gli impegni presi siano rispettati”.

Articolo precedenteSvezia, il software per i giochi online dovrà essere autorizzato
Articolo successivoIl tribunale arbitrale si pronuncia a favore di Flutter e valuta FanDuel a $ 20 miliardi