Nel periodo precedente alla Coppa del Mondo, l’Autorité nationale des jeux (ANJ) ha finanziato uno studio a Toluna – Harris Interactive (condotto online dal 7 all’11 ottobre 2022 su un Campione di 1.027 persone rappresentative di francesi di età pari o superiore a 18 anni) per chiedere ai francesi le loro intenzioni di scommessa. Secondo questo studio, più di un terzo dei francesi che intendono seguire la Coppa del Mondo prevedono di scommettere denaro durante la competizione. Per combattere le false credenze associate alle scommesse sportive e prevenire il rischio di gioco eccessivo tra i giovani, l’ANJ sta lanciando una campagna di prevenzione intitolata “T’as vu, t’as perdu (Hai visto, hai perso)”.

Scommesse sportive durante i principali eventi sportivi

Euro 2020, che si è tenuto nel giugno 2021, ha generato 435 milioni di euro in scommesse online. La Coppa del Mondo 2018 ha registrato 366 milioni di euro in caricamenti online. Data la crescita registrata negli ultimi mesi nel segmento delle scommesse sportive, ci si può aspettare una quantità molto più elevata di scommesse. Il viaggio della squadra francese sarà comunque decisivo per l’ammontare della posta in gioco.

Gli scommettitori sportivi sono principalmente uomini sotto i 35 anni (70%). L’importo medio mensile della scommessa è di €240. Il calcio ha il maggior numero di scommesse, seguito da tennis e basket.

I francesi e le scommesse durante la Coppa del Mondo di calcio

  • Più di un terzo dei francesi afferma di voler seguire la Coppa del Mondo di calcio (38%), una percentuale in calo di 10 punti rispetto a quella misurata prima di Euro 2020.
  • Mentre la metà delle persone che intendono seguire la Coppa del Mondo prevede di scommettere amichevolmente con i propri cari (50%), più di un terzo intende scommettere denaro sulle partite (36%). Questa cifra è leggermente superiore a quella espressa prima di Euro 2020 calcio (31%).
  • I rischi di dipendenza associati alle scommesse sportive sono identificati per oltre 7 francesi su 10 (73%) e in una percentuale minore tra coloro che intendono scommettere denaro durante la Coppa del Mondo.

“Hai visto, hai perso”: la campagna di prevenzione senza filtri di ANJ

L’Osservatorio dei Giochi aveva stimato nel 2019 1,4 milioni di giocatori d’azzardo a rischio, tra cui quasi 400.000 a livello patologico. Le scommesse sportive sono il rischio di gioco d’azzardo problematico più significativo a livello individuale. In effetti, la quota di giocatori d’azzardo a rischio moderato è 3 volte superiore a quella dei giochi della lotteria e la quota di giocatori d’azzardo eccessivi 6 volte superiore.

Poco prima del calcio d’inizio della Coppa del Mondo di calcio, l’ANJ lancia una campagna di prevenzione sui rischi del gioco eccessivo con le scommesse sportive.

Se la maggior parte degli scommettitori ha una pratica ricreativa e controllata, l’obiettivo di questa campagna di prevenzione è combattere le false credenze associate alle scommesse sportive e sensibilizzare i giovani giocatori sulle reali conseguenze del gioco eccessivo.

Per affrontare questa duplice sfida, l’agenzia ha immaginato la campagna “T’as vu, t’as perdu”, il cui asse creativo centrale è la musica rap, e immagini in una clip video. Questo rap, punteggiato da punchlines, racconta i meccanismi che possono portare alla dipendenza come: sopravvalutare la propria competenza e sottovalutare il caso, pensare che ci si possa guadagnare da vivere con le vincite delle scommesse sportive o che possano essere un fattore di avanzamento sociale, cercare di rifarsi una ragione, ecc. Evidenzia le false speranze e le sconfitte di cui raramente si parla quando si tratta di scommesse sportive.

Con questa campagna, l’ANJ utilizza codici che parlano ai giovani per diffondere messaggi di prevenzione “senza filtro”. Questi messaggi si riferiscono al nuovo sito Web Evalujeu, che consente di valutare la propria pratica di gioco e ottenere consigli adeguati per mantenere il controllo o ottenere l’aiuto se necessario.

Il piano media è composto da:

  • una componente di influenza svolta dall’agenzia Smile su TikTok e Snapchat;
  • una collaborazione con Booska-P e Skyrock radio;
  • una campagna di affissioni nella metropolitana di Parigi;
  • una campagna di annunci social su Snapchat a cui si aggiungono i contenuti di HeadsUp, in partnership con Snapchat.

Per Isabelle Falque-Pierrotin, presidente dell’ANJ“Oltre alle campagne condotte dalle autorità pubbliche, l’ANJ sta lanciando la sua prima campagna di prevenzione. Per il regolatore, non si tratta di demonizzare le scommesse sportive ma di portare ai giovani, adottando i loro codici, un messaggio di allerta sui rischi del gioco eccessivo, quando la pratica delle scommesse sportive passa al fuorigioco.

Per vedere il video: https://youtu.be/stnid05otVE

Articolo precedente“Slow Life – Slow Games: gioca al ritmo giusto”, parte da Carrara (MS) lo speciale tour nelle scuole della Toscana
Articolo successivoGratta e Vinci regala 5 milioni a Chiuduno (BG)