Nelle serate di sabato e domenica scorsi, il questore di Catania ha predisposto nel capoluogo etneo un massiccio servizio di controllo nelle zone della movida per verificare l’osservanza delle norme anti-contagio.

Nello specifico, sono stati effettuati servizi di pattugliamento attivo nelle aree di via Teatro Massimo e piazza Vincenzo Bellini, dove si concentrano un grande numero di locali che costituiscono la maggiore attrattiva per i giovani avventori.

Sono stati impiegati diversi agenti della Polizia di Stato unitamente ai Carabinieri, alla Guardia di Finanza e alla Polizia Locale, collaborati dalla Squadra del Gabinetto Regionale di Polizia Scientifica, dalla Squadra Cinofili dell’UPGSP e dalla Squadra Amministrativa della Divisione Amministrativa e Sociale della Questura. Il tutto, con la vigile presenza di unità del X Reparto Mobile, a garanzia dell’ordine pubblico.

Controllate oltre sessanta persone, per le quali è stato anche verificato il possesso del green pass, necessario per la consumazione nei locali pubblici. In particlare, tra le varie attività svolte dalle forze dell’ordine, è stata sanzionata titolare la titolare di una sala giochi per la presenza di un assembramento di diversi ragazzi che non indossavano la mascherina mentre giocavano a calcio balilla. Per tale motivo è stata comminata la sanzione di 400 euro ed è stata applicata la sanzione accessoria della chiusura dell’attività per cinque giorni; sanzioni verranno comminate anche agli esercenti la potestà genitoriale dei sei giovani avventori i quali, al controllo di polizia, sono stati trovati sprovvisti di green pass.

Articolo precedenteConselice (RA): al via bando per gestione bar del parco “Bourgoin Jallieu”, vietata installazione slot
Articolo successivoGreen pass in tabaccheria, Risso (Fit): “Pronti allo sciopero. Presto serrande abbassate”