“Il blocco dei sistemi informatici della Sogei ha paralizzato la raccolta delle scommesse sportive, sia nella rete fisica dei punti vendita che in quella a distanza”. Lo ha comunicato in una nota Confindustria Sistema Gioco Italia, aggiungendo che questo rappresenta un danno economico importante per le casse dello Stato e per i concessionari: in seguito ad una minore raccolta di scommesse stimabili in 16-18 milioni si registra una perdita di gettito di circa un milione di euro. “Oltre al danno economico per le casse dello Stato e per il sistema, di fatto si sviano i giocatori dall’offerta legale a quella illegale, che ha registrato un incremento tra il 15% e 20%”, ha concluso Massimo Passamonti, presidente di Confindustria Sistema Gioco Italia. Lo riporta Il Corriere della Sera.