Il Prefetto di Benevento, Dott. Carlo Torlontano, ha adottato sette interdittive antimafia nei confronti di alcuni operatori del settore dei giochi e delle scommesse, settore in assoluto tra i più esposti al rischio di infiltrazioni e condizionamenti della criminalità organizzata.

I provvedimenti sono stati emessi a conclusione di una articolata attività istruttoria svolta dal Gruppo Ispettivo Antimafia, presieduto dal Dirigente dell’Area Ordine e Sicurezza Pubblica della Prefettura e composto da rappresentanti della Questura, del Comando Provinciale Carabinieri, del Comando Provinciale della Guardia di Finanza e della DIA di Napoli.

L’adozione delle interdittive, fondata sulla sussistenza di incidenze nelle predette attività economiche da parte di esponenti della criminalità organizzata, costituisce, come evidenziato dal Prefetto Carlo Torlontano, “concreta testimonianza del grande sinergico lavoro profuso, in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, da tutte le Forze di Polizia, verso un crescente impegno nella prevenzione e nel contrasto ai tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata nei vari settori del contesto economico provinciale”, nonché “un ulteriore tangibile risultato scaturito dalla intensificazione delle attività di prevenzione amministrativa antimafia, posta in essere dalla Prefettura di Benevento con l’ausilio di tutte le componenti istituzionali rappresentate nel Gruppo Ispettivo Antimafia”.

Articolo precedenteAdm, sequestrata slot irregolare in provincia di Udine: 10mila euro di multa al proprietario dell’apparecchio e all’esercente
Articolo successivoRegno Unito, PWC: “I negozi di scommesse in declino strutturale”