Fabrizio Alberici (nella foto), noto imprenditore nel settore del gioco, ha deciso di aiutare i suoi dipendenti a combattere il caro bollette garantendo a ognuno di loro 600 euro in più in busta paga, divisi in due tranche. “Il valore di quest’azienda non sta nei macchinari e negli strumenti, ma nelle risorse umane. Sono cresciuto con i miei dipendenti e insieme abbiamo visto crescere l’azienda. Con più del 90% di loro ho e ho avuto un rapporto bellissimo”, ha spiegato.

Oggi Alberici è un’azienda che opera sì nel gaming, ma non solo. “Realizziamo gettoniere e tutti gli strumenti per i pagamenti, anche elettronici. Creiamo e ideiamo anche nuovi distributori. Se con il Covid abbiamo patito enormemente, nell’ultimo anno siamo invece riusciti a recuperare le perdite”. E così Alberici ha voluto fare un regalo a chi lavora per lui: “200 euro in più in busta paga li avevamo dati a giugno, in quest’ultima altri 400. Quando i dipendenti ti chiedono anticipi di stipendio e di Tfr vuole dire che la situazione non è rosea, e che, se puoi, devi fare qualcosa per loro”, ha concluso l’imprenditore.

Articolo precedenteSisal scrive un pezzo di storia dell’Eurojackpot in Italia: il 16 novembre 2018 realizzato a Valledolmo (PA) un “5+2” da 18 milioni di euro
Articolo successivoIppica: non solo cavalli vincenti, su Sisal arriva in esclusiva la nuova scommessa sul numero di vittorie di fantini e driver