Importante iniziativa sinergica tra gli uffici ADM che ha interessato la città di Acireale (CT) con controlli mirati a tutela del gioco legale.
A seguito di una attenta analisi svolta dall’Ufficio Controlli Giochi della Direzione Centrale di Roma, i funzionari di Polizia Giudiziaria della sezione controlli di Palermo, Catania e dell’antifrode regionale, hanno rinvenuto presso un Bar Caffè 2 personal computer, nella disponibilità dei clienti, allestiti per accedere illecitamente a siti di gioco online da casinò, in violazione della normativa prevista per il gioco a distanza.

La particolarità consisteva nell’utilizzare l’interfaccia di collegamento (USB) di entrambi i computer, installati in un locale adiacente, connessi tramite un cavetto a un macchina cambiamonete con lo scopo di programmare e controllare la gettoniera; tuttavia, all’atto dell’inserimento delle banconote era possibile attivare, tramite l’icona presente sul monitor dei computer, il sito dei giochi online da casinò. Per tutte le apparecchiature elettroniche è scattato il sequestro amministrativo e l’applicazione della sanzione di 100.000 euro.

Articolo precedenteLotteria degli Scontrini, estrazione settimanale del 15 settembre: ecco i codici vincenti
Articolo successivoScommesse illecite, 3 slot irregolari e 1 pc destinato abusivamente a giochi da casinò: sanzioni per 145mila euro a un CED di Acireale (CT)