“Facendo seguito alla news FIPE dello scorso 29 agosto – nella quale si dava conto del passaggio in zona gialla della Regione Sicilia – si comunica che, con Ordinanza n. 87 di ier 31 agosto 2021, la Regione Sicilia ha previsto, già a partire dal 1° settembre 2021, un alleggerimento delle disposizioni restrittive, con particolare riferimento alle attività di somministrazione di alimenti e bevande, nei Comuni siciliani verso i quali era stata disposta l’applicazione delle misure previste per le zone c.d. arancioni da precedenti Ordinanze regionali”. Così in una nota la Federazione.

“In particolare, i Comuni di Comiso e Vittoria (in provincia di Ragusa), di Barrafranca (Enna) e di Niscemi (Caltanisetta), erano stati collocati in zona arancione con Ordinanze contingibili e urgenti n. 85 e 86 rispettivamente del 22 e 26 agosto u.s..

Ai sensi del nuovo provvedimento, anche in questi Comuni sarà consentita l’attività di ristorazione e, in generale, l’attività di somministrazione di alimenti e bevande (bar, pizzerie, pub, pasticcerie, panifici e similari), in quanto:
– il consumo al tavolo nei locali al chiuso sarà consentito solo ai clienti in possesso di green pass e a quelli esenti sulla base di idonea certificazione medica;
– per il consumo all’aperto non è richiesto il green pass;
– allo stesso tavolo, sia all’aperto che al chiuso, potranno sedere un massimo di 4 commensali, salvo che siano tutti conviventi.

La decisione della Regione Sicilia, motivata da un significativo aumento dei soggetti vaccinati con almeno una dose (pari a circa il 70%), va nella direzione auspicata dalla Federazione (cfr. comunicati stampa del 26 e del 20 agosto 2021), nel senso da limitare – nel caso in cui ci fossero nuove recrudescenze – quanto più possibile le restrizioni nei confronti delle imprese già duramente colpite dalle precedenti restrizioni, cambio ora più che realizzabile in ragione dell’andamento della campagna vaccinale.

Per completezza, è bene invece sottolineare che permane l’efficacia delle ulteriori misure restrittive previste per la zona arancione, di cui al capo IV del DPCM dello scorso 2 marzo 2021, secondo cui, per quel che più interessa i pubblici esercizi, sono sospese le attività in discoteche, sale da ballo, sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò, anche se svolte all’interno di locali adibiti ad attività differente, nonché vietati gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, da concerto, live-club e in altri locali o spazi anche all’aperto.

Per saperne di più consulta il testo nella sezione Decreti, Circolari, Delibere e Ordinanze del sito della Regione Sicilia e rivolgiti alla Fipe-Confcommercio a te più vicina!”.