Valle d’Aosta. Prosegueno i lavori per l’esame della proposta di legge regionale in merito al divieto di apertura di spazi per il gioco d’azzardo sul territorio regionale.

La quinta Commissione “Servizi sociali” del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta ha convocato in audizione per il 22 gennaio prossimo il Presidente dell’Associazione SAPAR, Domenico Distante oltre ad altre rappresentante degli esercizi pubblici.

Tra questi il Presidente ADICONSUM VDA, Franco Siracusa, e il Presidente Federazione Italiana Tabaccai VDA, Gianluca Genestrone.

La proposta normativa, depositata il 21 novembre 2018 dai gruppi consiliari Union Valdôtaine e Union Valdôtaine Progressiste, è volta a circoscrivere il gioco d’azzardo ai soli locali destinati in via esclusiva o prevalente a tale attività, vietando conseguentemente il posizionamento di apparecchiature elettroniche da gioco all’interno di locali, quali bar ed esercizi commerciali, che non fanno di quest’ultimo la loro attività principale.

Ieri il primo ciclo di audizioni che ha visto in Commissione il Questore di Aosta, il Comandante della Polizia locale di Aosta, il Comandante regionale della Guardia di finanza, i Presidenti delle Associazioni dei consumatori ADICONSUM VDA, CODACONS, FEDERCONSUMATORI, AVCU e ADOC VDA, di Confcommercio Imprese per l’Italia VdA, dell’Associazione “Mi ripiglio”, dell’Associazione “Libera Valle d’Aosta”, il Presidente e il Consigliere delegato per la Regione Piemonte e Valle d’Aosta dell’Associazione “Assotrattenimento 2007”.

Sempre il 22 gennaio verrano auditi il Presidente Associazione Commercianti Châtillon, Paolo
Prsonnettaz, il Direttore del Dipartimento di Salute mentale, dott.ssa Anna Beoni , e
Responsabile F.F. del Servizio per le dipendenze – Ser.D., dott.ssa Tiziana Repetto.