L’Associazione dei produttori di apparecchiature di gioco (AGEM) e l’American Gaming Association (AGA) hanno annunciato oggi una nuova partnership per evidenziare e combattere la rapida diffusione del gioco non regolamentato Stati Uniti

Il fulcro del lancio della campagna è il nuovo “Foglio informativo sulla macchina da gioco non regolamentato” pubblicato oggi che conferma la chiara distinzione tra casinò regolamentato, lotteria e mercati di gioco distribuiti e il segmento non regolamentato che si sta diffondendo a un ritmo allarmante.

La scheda informativa evidenzia sia le conseguenze negative di questa diffusione, incluso l’aumento dell’attività criminale e la mancanza di protezioni dei giocatori, sia le potenziali soluzioni per combattere il problema, inclusa l’istituzione di piccole task force statali e locali con rappresentanza delle forze dell’ordine.

“L’industria del gioco regolamentato si è raramente riunita in un’unica soluzione e ora abbiamo uno strumento per affrontare la disinformazione e l’inganno che le società di macchine non regolamentate usano per confondere le forze dell’ordine, i tribunali e i cittadini locali”, ha affermato Marcus Prater, direttore esecutivo di AGEM.

“La diffusione di queste macchine rappresenta una seria minaccia per il mercato non regolamentato che ha investito miliardi in infrastrutture, creando anche migliaia di dipendenti e sostanziali benefici fiscali nelle comunità in cui operano. Inoltre, le macchine non regolamentate depredano i giocatori confusi che vedono i simboli delle slot machine e pensano di avere buone possibilità quando non lo sono assolutamente”.

“Eliminare il mercato illegale che minaccia la sicurezza dei consumatori sarà sempre una delle massime priorità del settore dei giochi”, Ha affermato Bill Miller, presidente e CEO dell’American Gaming Association.

“Siamo orgogliosi di collaborare con l’Associazione dei produttori di apparecchiature da gioco e i nostri colleghi partner del settore per combattere la diffusione di macchine illegali. L’AGA è incoraggiato dal fatto che alcuni decisori politici come in Virginia hanno iniziato a riconoscere i pericoli di queste macchine e hanno intrapreso recenti azioni legislative per metterle al bando. Sfortunatamente, altre giurisdizioni in cui queste macchine sono diventate pervasive possono credere che il loro unico ricorso sia regolarle e tassarle. Premiare i cattivi comportamenti non è la risposta, e speriamo che i nostri sforzi educativi chiariscano che l’unica vera soluzione è quella di fermare la diffusione di questi dispositivi”.

Oltre alla scheda tecnica che verrà distribuita a politici statali e locali, forze dell’ordine, legislatori, agenzie di regolamentazione e media, la campagna in corso si concentrerà sugli sviluppi in Stati chiave come Pennsylvania, Missouri e Virginia, dove la diffusione di macchine non regolamentate è stata particolarmente significativa.

La costante divulgazione fornirà chiarezza fattuale agli stakeholder per aiutare a fermare la diffusione della disinformazione che ha permesso la proliferazione delle macchine non regolamentate e la conseguente conseguenza negativa che si moltiplica rapidamente.

Come indicazione della cooperazione dell’industria regolamentata in questo sforzo, oltre 20 organizzazioni di gioco professionali hanno aderito all’AGEM e all’AGA nel firmare opposizione alla diffusione di giochi non regolamentati, tra cui la National Indian Gaming Association (NIGA), la North American Association of State and Provincial Lotteries (NASPL), l’International Center for Responsible Gaming (ICRG), il National Council on Problem Gambling (NCPG), casinò e associazioni tribali ed entrambi i principali laboratori di test indipendenti che garantiscono qualità e aderenza ai mercati regolamentati nel mondo.