Ancora una settimana di passione per le slot inglesi? Il ministrero che si occupa delle attività legate all’intrattenimento ha previsto un tavolo di lavoro che si occuperà del programma di riaperture al quale non parteciperanno gli operatori di giochi e scommesse.

Le sale giochi britanniche erano convinte di poter riaprire a partire da oggi. Venerdì la comunicazione con la quale il ministero competente ha fatto sapere che sarebbero state riaperte le sale scommesse, ma non le sale giochi. Il DCMS ha lanciato un gruppo di lavoro per stabilire una tabella di marcia su come il turismo farà avanzare l’economia. Ma organismi come Bacta e altre importanti associazioni del settore sono stati stranamente esclusi. Un semplice errore o un errore voluto?

 

L’assenza di una voce diretta da parte di un settore che contribuisce per circa 2 miliardi di sterline al PIL del Regno Unito e sostiene l’occupazione di 34.000 persone è resa più insolita dall’inclusione di un boutique hotel di lusso nel Devon, un ristorante a Liverpool e Rabbies Tours, un piccolo società di tour di gruppo specializzata in Scozia.

La risposta del settore alla notizia è stata un mix di confusione, rabbia e rassegnazione. Un membro del settore ha dichiarato: “Purtroppo, mostra come il gioco d’azzardo non sia considerato. Anche il nostro dipartimento governativo DCMS non riconosce la nostra importanza. ” Un altro lo descriveva come l’essere lasciato fuori dalla lista degli invitati al matrimonio senza nemmeno essere invitato al ricevimento serale, e un altro poneva la domanda retorica “Chi è presente per discutere il nostro caso, correggere gli errori, sfidare il pregiudizio e influenzare le discussioni ? Lo dico io – assolutamente nessuno. ”