Come parte della strategia nazionale britannica per ridurre i danni legati al gioco d’azzardo, è stata pubblicata oggi una nuova struttura per comprendere i danni legati al gioco d’azzardo vissuti da bambini e giovani.

Questo rapporto, che è stato sviluppato da Ipsos MORI in collaborazione con la Commissione sul gioco d’azzardo, Advisory Board per Safer Gambling e GambleAware, presenta un quadro per comprendere meglio i modi in cui i danni dal gioco possono incidere sulla salute, i rapporti e le finanze dei giovani. Si basa su lavori precedenti per sviluppare una struttura per i danni da gioco tra gli adulti.

Il framework è stato progettato per coprire l’ampio spettro di danni che possono avere un impatto sui giovani e la prossima fase di lavoro metterà alla prova alcune domande dell’indagine per misurare i danni del gioco d’azzardo. Le domande sono state incluse nel sondaggio Omnibus per giovani di Ipsos MORI e i dati saranno analizzati per esaminare quali domande sono più o meno efficaci per un ulteriore monitoraggio.

Il lancio del nuovo quadro arriva una settimana dopo che la Commissione ha varato la nuova strategia nazionale per ridurre i giochi d’azzardo.

Helen Rhodes, direttrice del programma Gambling Commission per Safer Gambling, ha dichiarato: “Ottenere una migliore comprensione dell’impatto del gioco d’azzardo su bambini e giovani è una priorità chiave per la Commissione. L’infanzia e l’adolescenza sono uno stadio chiave dello sviluppo e qualsiasi danno sperimentato in questa fase della vita può essere dannoso per lo sviluppo futuro, la fiducia e il potenziale dei giovani. Questo quadro appena rilasciato fornirà una visione critica della gamma di danni che i giovani in Gran Bretagna possono sperimentare e contribuirà notevolmente a concentrare le iniziative di prevenzione e istruzione della Strategia Nazionale dove avranno il maggiore impatto. Ci vorrà del tempo e il quadro evolverà man mano che ci sposteremo nella prossima fase di questo lavoro. Incoraggiamo i nostri partner a fornire proposte per la strategia nazionale, compresi i funzionari della sanità pubblica e gli accademici che ci daranno contributi mentre ci spostiamo nella prossima fase di lavoro”.

La ricercatrice principale di Ipsos MORI, Margaret Blake, ha dichiarato: “Questo framework è stato sviluppato con professionisti, giovani ed esperti nel gioco d’azzardo in una serie di workshop, interviste e focus group. Le domande iniziali coprono solo alcuni dei danni presenti nel framework e hanno lo scopo di esplorare l’intera gamma di danni che possono essere generati dal gioco d’azzardo, anche laddove non sarebbe classificato come gioco d’azzardo problematico. Questo lavoro è solo un punto di partenza e prevediamo che il quadro e le misure si svilupperanno in futuro”.

Il Director of Research and Evaluation di GambleAware, Clare Wyllie, ha dichiarato: “Questo framework iniziale è stato progettato per aiutare a guidare e focalizzare la ricerca e l’azione per ridurre il rischio di gioco nei bambini e nei giovani. Incoraggiamo altri ricercatori a costruire ulteriori prove per sviluppare il framework, così insieme possiamo muoverci più velocemente e andare oltre per ridurre i danni legati al gioco d’azzardo”.

La nuova strategia ha un sito web dedicato consultabile al link: www.reducinggamblingharms.org