GambleAware ha lanciato una campagna rivolta alle donne di età compresa tra 18-54 per promuovere il trattamento e il sostegno per i danni del gioco d’azzardo. Questa nuova campagna è in corso su radio, riviste e media digitali, fino alla fine di marzo.

Lo scopo della campagna è sensibilizzare il National Gambling Treatment Service alle donne che sono a rischio o che stanno già subendo danni legati al gioco d’azzardo.

Questa fase della campagna è stata lanciata a seguito di una recente ricerca sulle donne e sui danni da gioco, completata da YouGov commissionata da GambleAware. La ricerca ha rilevato che il 10% delle donne in Gran Bretagna subisce un certo livello di danno da gioco e che le donne hanno maggiori probabilità di essere un “altro affetto”, un individuo che soffre a causa del gioco d’azzardo di una persona cara, con l’8% identificato come tale rispetto al 6% degli uomini.

Commentando l’ultima attività della campagna , Zoë Osmond, Direttore delle comunicazioni e del coinvolgimento di GambleAware, afferma: “Dopo il successo della campagna precedente, continuiamo con il nostro approccio mirato per assicurarci che le donne non vengano trascurate nella spinta a sensibilizzare sul trattamento e il supporto del gioco. Questi risultati evidenziano un aumento delle donne che soffrono di danni dovuti al gioco d’azzardo e speriamo che questa campagna aiuti a segnalare coloro che subiscono danni all’aiuto disponibile”.

Analogamente alle campagne precedenti, la creatività della campagna si concentra sulla natura totalizzante del gioco d’azzardo con l’inclusione della riga “quando ci sei, ma non sei lì”. Il contenuto si basa sull’intuizione che le persone con problemi di gioco d’azzardo si sentono disconnesse dalla loro famiglia e dai loro amici e si basa sulla promozione della fiducia che il trattamento è di facile accesso e li aiuterà a superare le loro difficoltà con il gioco.