Grande delusione per i produttori di gioco britannici soci della associazione Bacta che non hanno ricevuto il sostegno di cui hanno disperatamente bisogno negli ultimi mesi di questo lockdown e non solo.

John White, CEO di Bacta, afferma: “Siamo lieti di vedere l’estensione del CJRS e le tariffe di sgravio e sovvenzioni per il tempo libero al dettaglio e l’ospitalità, anche se non saranno così generose come in precedenza.

Siamo tuttavia profondamente frustrati dal fatto che il Cancelliere non abbia colto l’occasione per includere le sale giochi nello sgravio IVA del 5%. Ha anche taciuto totalmente sul sostegno alle catene di approvvigionamento. Si tratta di una svista enorme che mette a repentaglio la ripresa. Per le aziende così duramente colpite, l’aliquota dell’imposta sulle società del 25% da aprile 2023 per le aziende con profitti superiori a £ 250k è un calcio nei denti. Nuovi prestiti stanno solo aggiungendo più debito alle aziende già in difficoltà. Abbiamo scritto al Cancelliere per fare queste osservazioni con determinazione.

Previsioni economiche:

  • L’Office for Budget Responsibility (OBR) prevede che quest’anno l’economia crescerà del 4%, prevedendo una “ripresa più rapida e sostenuta” di quanto si aspettassero a novembre.
  • Ora ci si aspetta che l’economia si riprenda al livello pre-Covid entro la metà del prossimo anno – sei mesi prima del previsto.
  • Ci sarà una crescita del 7,3% nel 2022, poi dell’1,7%, dell’1,6% e dell’1,7% negli anni successivi.
  • Tra cinque anni, l’OBR si aspetta ancora che l’economia sia inferiore del 3% a quanto sarebbe stata.
  • Quest’anno il Regno Unito ha preso in prestito 355 miliardi di sterline, il 17% del reddito nazionale. L’anno prossimo l’indebitamento sarà del 10,3% del PIL. A causa delle misure adottate oggi, diminuirà al 4,5% del PIL nel 2023, poi al 3,5%, poi al 2,9%, poi al 2,8%.

Annunci chiave:

  • Le tariffe aziendali al 100% per le assenze dal lavoro continueranno fino alla fine di giugno. Per i restanti nove mesi dell’esercizio finanziario, i tassi aziendali saranno ancora scontati di due terzi, fino a un valore di £ 2 milioni per le aziende chiuse.
  • L’aliquota IVA ridotta del 5% sarà prorogata di sei mesi fino al 30 settembre. Avrà quindi un tasso intermedio del 12,5 per cento per altri sei mesi.
  • Gaming Duties aumenterà in linea con RPI.
  • Un nuovo programma di prestiti di recupero entrata in vigore ad aprile, in cui le aziende di qualsiasi dimensione possono richiedere prestiti da £ 25,000 – £ 10,000,000, fino alla fine di quest’anno. Il governo garantirà fino all’80% dei prestiti da parte dei fornitori.
  • Il regime di Furlough sarà prorogato fino alla fine di settembre. Da luglio in poi, il governo introdurrà un contributo del datore di lavoro al costo delle ore non lavorate – 10% a luglio, 20% in agosto e settembre.
  • Un nuovo restart grant scheme: un fondo da 5 miliardi di sterline per aiutare i negozi e le aziende di ospitalità di High Street a riprendersi con la vendita al dettaglio non essenziale idonea per sovvenzioni fino a £ 6,000 e le aziende di ospitalità e tempo libero più interessate hanno avuto un impatto sulle sovvenzioni fino a £ 18,000.
  • Nel 2023 l’aliquota dell’imposta sulle società, pagata sugli utili delle società, aumenterà al 25%.Verrà introdotto un nuovo tasso di piccoli profitti al 19% per le aziende con profitti di £ 50,000 o meno. Al di sopra di £ 50,000, l’imposta sulle società sarà modificata in modo che solo coloro che hanno un profitto di oltre £ 250,000 pa pagheranno l’intero 25%.
  • Il triplo blocco dell’imposta sul reddito, dell’IVA e dell’assicurazione nazionale rimarrà in vigore, ma le soglie di imposta sul reddito saranno congelate fino al 2026 dopo quest’anno di aumento programmato.
  • Riporto delle perdite esteso per le aziende: fino a £ 2,000,000 possono essere riportati per un massimo di tre anni (le specifiche dipendono dallo stato dell’azienda).
  • Super Detrazione: per i prossimi due anni quando le aziende investono in nuove attrezzature possono compensare tutto il costo con le tasse, più un ulteriore 30%.
  • L’aumento del salario di sussistenza nazionale continuerà come previsto in aprile.
  • Il pagamento degli incentivi per gli apprendisti è stato raddoppiato a £ 3,000 per apprendista.