“Restiamo allibiti nell’apprendere che il Mipaaf ha richiesto e sostenuto il trasferimento delle proprie funzioni di gestione del settore ippico al CONI. Ribadiamo che si tratta di un errore grossolano che, oltre a dividere in due il comparto, lo metterebbe nelle mani di chi non ha nessuna conoscenza, nessuna specifica competenza e certamente è interessato solo ai soldi che la legge 185 mette a disposizione. Indignati dalla totale assenza di confronto con le aziende del settore, costantemente mortificate in ogni modo, siamo a richiedere un incontro urgente al fine di stoppare definitivamente questa indecente iniziativa mascherata da soluzione”. E’ quanto ha scritto in una nota rivolta al ministro Bellanova il presidente degli Imprenditori Ippici Italiani, Enrico Tuci.

Advertisement