“Una cosa è certa: se c’è un’attività che ha dei profili sociali di attenzione, è giusto che sia lo Stato a regolarla e che sia lo Stato a fare da organo di vigilanza. Far finta che questo tipo di attività…

Per leggere questo articolo

Accedi o registrati