“Lo scorso 5 settembre è partito da Piacenza il T2000 in Tour proseguendo il suo viaggio a Vicenza il 26 settembre per poi arrivare in Puglia, a Bari lo scorso 24 ottobre. Abbiamo iniziato il percorso con la voglia di ricominciare, di ritornare alla normalità e il susseguirsi degli appuntamenti lo ha dimostrato sempre più”. Così in una nota la Federazione Italiana Tabaccai.

“L’affluenza all’evento di Bari ha evidenziato l’intenso feeling tra la FIT e i suoi associati, che come sempre, si sono fidati e sono corsi numerosi dimostrando che abbiamo imparato a vivere in epoca di pandemia con la stessa determinazione di una volta.

Viviamo, rispetto a quel famoso marzo 2020, in tempi migliori, ma ancora tanto difficili, in cui il mantenimento della salute, bene primario, richiede a tutti ancora maggiore attenzione.

Ad ospitare la tappa di Bari è stata la Fiera del Levante, che ha riaperto i propri spazi, ospitandoci nel Nuovo Padiglione, tra i più adeguati ad assicurare ai partecipanti il rispetto di tutte le norme sanitarie necessarie in un momento così delicato: dalla misurazione della temperatura, all’obbligo di uso della mascherina, all’utilizzo di gel disinfettante e tutti i visitatori hanno avuto accesso alla fiera esibendo il Green Pass o un tampone con esito negativo effettuato 48 h prima dell’evento, come previsto da decreto.

Al tavolo relatori durante l’incontro sindacale del primo pomeriggio erano presenti il Presidente Nazionale FIT Giovanni Risso, il Vicepresidente Nazionale Vicario Mario Antonelli, il Vicepresidente Nazionale Giovanni Catelli e il Presidente Provinciale di Bari Cataldo Gagliardi che ha fatto gli onori di casa.

Risso ha ringraziato tutti i presenti per la partecipazione, nonostante i timori legati alla pandemia ed ha ricordato che abbiamo superato il momento più duro il lockdown, durante il quale le tabaccherie sono rimaste sempre aperte, diventando riferimento sempre per la popolazione e augurando di esserlo sempre anche in futuro, incoraggiando a non mollare mai e continuare con la stessa determinazione per superare questo periodo.

Grande soddisfazione anche per gli espositori presenti (che vogliamo ringraziare per aver investito tempo e denaro) che hanno presentato i loro prodotti e hanno dato supporto ai tabaccai interessati.

A tutti loro un grazie sincero e speciale!

Un grazie ancor più speciale ai tabaccai che ci sono venuti a trovare e che continuano ad essere anche in questo momento difficile accanto alla loro Federazione!

Vi aspettiamo al prossimo appuntamento il 7 novembre a Rimini!

«SCOPRI E VINCI» AL T2000 IN TOUR

Anche quest’anno al T2000 in Tour avete la possibilità di partecipare al concorso «Scopri e Vinci al T2000 in Tour».

Grattando la cartolina, che viene consegnata all’ingresso della fiera, potete vincere uno dei 4 IpPhone 11 messi in palio per ogni tappa.

Pubblichiamo di seguito i nomi dei 4 fortunati che hanno vinto partecipando al T2000 in Tour di Bari lo scorso 26 ottobre:

• Pompeo Perruso, titolare della rivendita n. 10 Campagna (SA);

• Sabina Rizzo, titolare della rivendita n. 13 Nardò (LE);

• Paolo Fornelli, titolare della rivendita n. 24 Andria (BT);

• Pasqualino Irace, titolare della rivendita n. 17 di Villa Literno (CE).

A tutti i fortunati vincitori le congratulazioni della Federazione Italiana Tabaccai e de «La Voce del Tabaccaio».

UN GRADITO DONO AL PRESIDENTE NAZIONALE FIT

I fischietti di terracotta sono uno dei prodotti artigianali più caratteristici della tradizione pugliese.

Diffusi in diverse zone della regione con le loro forme e i colori divertenti, trovano nel comune di Rutigliano la propria «capitale» dove si mostrano in tutto il loro splendore anche all’interno di un interessante museo ad essi dedicato.

Durante la fase conclusiva del convegno una delegazione di Tabaccai della provincia di Bari ha consegnato al Presidente Nazionale Risso una statuetta che lo raffigurava, che ha molto gradito.

Chi riceve in dono il fischietto di terracotta di Rutigliano sa bene che esso rappresenta un atto di grande stima e amicizia da parte dell’offerente e il destinatario del fischietto, deve, nel momento in cui lo riceve, fischiare subito come tradizionale forma di auspicio, di benessere e felicità”.