“Negli ultimi anni le tutele a favore dei cittadini sono state oggetto di particolare attenzione e progressivamente implementate. Assicurare trasparenza e garantire consapevolezza nello svolgimento di determinate tipologie di operazioni è, fortunatamente, ormai un principio consolidato del nostro ordinamento”. E’ quanto scrive la Federazione Italiana Tabaccai.

“Sul tema è intervenuta anche l’Europa, attenta nel dettare una serie di regole a cui gli Stati membri si sono dovuti uniformare, in modo tale che la condotta dei vari istituti e/o soggetti interessati dalle prescrizioni in materia sia quanto più possibile omogenea.

L’avvicendamento di numerosi disposizioni, intervenute nel corso degli ultimi anni ed il fatto che l’argomento è – per usare un eufemismo – piuttosto ostico, non devono però indurre a sottovalutare l’importanza dei vincoli che la normativa pone a carico di chi svolge determinate operazioni.

È bene quindi rammentare che gli obblighi in materia di trasparenza e privacy si applicano anche nell’ambito dei servizi erogati da LIS Pay per il tramite delle tabaccherie abilitate.

Il rispetto di tali obblighi è importante per evitare che LIS Pay possa incorrere in sanzioni e, al tempo stesso, scongiurare che la rivendita venga disabilitata dall’erogazione dei servizi.

Per tale ragione – prosegue la FIT -, i tabaccai convenzionati con LIS Pay devono inizialmente sostenere e superare un corso di formazione disponibile on line sul portale rivenditori per poi, successivamente, sottoporsi ad un aggiornamento formativo, previsto con cadenza annuale.

Ma quali sono, in sintesi, gli adempimenti che la normativa in materia di trasparenza e privacy pone a carico degli esercenti?

Vediamoli insieme.

Innanzitutto, al rivenditore che eroga i servizi per conto di LIS Pay è richiesto di mettere a disposizione della clientela che usufruisce dei servizi di pagamento e di moneta elettronica il seguente materiale:

• foglio informativo Servizi di Pagamento;

• foglio informativo Servizi di Moneta Elettronica;

• informativa sul Trattamento dei dati personali;

• guide all’Arbitro Bancario Finanziario;

• liste beneficiari pagamenti.

Tale materiale può essere consultato e scaricato accedendo alla sezione «Trasparenza» presente sul portale rivenditori Puntolis, in modo da renderlo disponibile alla clientela. L’aggiornamento dei suddetti documenti viene costantemente garantito dalla LIS Pay, nel pieno rispetto delle prescrizioni in materia.

Ulteriore adempimento a cura del rivenditore – aggiunge la Federazione Italiana Tabaccai – è quello di mostrare sempre al cliente, a fronte di ogni operazione, il prescontrino, in modo tale da assicurare la verifica dei dati del pagamento e consentire la presa visione delle caratteristiche e dei principali rischi del servizio, comprese le condizioni economiche e, ove prevista, l’informativa sul trattamento dei dati personali. Al termine della fase di esibizione del prescontrino, il medesimo deve essere poi trattenuto. Infine, non va dimenticato che al cliente deve essere sempre consegnato lo scontrino della transazione, valido come ricevuta di pagamento.

Per quanto scontato, tale adempimento riveste particolare importanza ed assicura, tanto al cliente, quanto al tabaccaio, regolarità nella gestione del servizio. In definitiva, bastano pochi semplici passaggi per il rispetto degli obblighi in materia di trasparenza e privacy. Ulteriori informazioni ed approfondimenti sono reperibili sul manuale disponibile sul portale rivenditori Puntolis”, conclude la FIT.