“Qualche tempo fa avevamo preannunciato l’introduzione di alcune novità relative al comparto dei servizi LIS. In linea con le promesse fatte, sono state lanciate due iniziative davvero interessanti”. Così in una nota la Federazione Italiana Tabaccai.

“La prima riguarda la conferma delle condizioni esclusive riservate ai tabaccai della rete LIS per il servizio di Acquiring PostePay; la seconda, invece, si riferisce all’aumento del compenso netto per alcune tipologie di operazioni.

Ma andiamo per gradi e partiamo dalla prima novità che interessa da vicino l’operatività delle rivendite.

Le agevolazioni del servizio di Acquiring PostePay infatti, la cui scadenza iniziale era fissata al 30 giugno scorso, sono state prorogate fino al 31 dicembre 2021.

Come ben sappiamo quella dell’accettazione della moneta elettronica è una vicenda «calda» e dai contorni piuttosto gravosi per i tabaccai, considerati i ristretti margini previsti da alcune tipologie di operazioni.

Per tale ragione, in attesa che la questione possa trovare favorevoli sbocchi in sede parlamentare, la FIT si è messa alla ricerca di soluzioni in grado di agevolare l’operato dei rivenditori.

Del resto – nelle more di una più attenta legislazione che tenga conto della peculiare attività svolta in tabaccheria – assicurare alla categoria l’accettazione delle carte è uno step di primaria importanza, tanto per soddisfare le esigenze dei clienti, quanto per garantire il rispetto delle disposizioni che regolano il settore.

Grazie alla partnership in essere con Poste e LIS, dunque, i tabaccai possono ancora avvalersi delle condizioni estremamente favorevoli che in questi ultimi mesi hanno consentito l’accettazione delle carte di pagamento su qualunque tipologia di acquisto in tabaccheria.

Tra le agevolazioni ricordiamo, a puro titolo di esempio, l’azzeramento delle commissioni per le transazioni di spending fino a 15 euro e lo sconto sulle commissioni percentuali di accettazione delle carte PostePay/Postamat per le transazioni di importo superiore ai 15 euro.

Ulteriore aspetto da non sottovalutare è che il servizio di Acquiring PostePay non comporta alcun costo aggiuntivo e, inoltre, non è prevista l’installazione di un altro terminale dal momento che le operazioni di pagamento sono eseguibili tramite l’apparato già fornito dalla LIS.

Le condizioni del servizio Acquiring PostePay sono numerose e non è qui possibile citarle tutte.

Il dettaglio è comunque a disposizione di ciascun aderente nel «Documento di Sintesi» del servizio, scaricabile dal portale rivenditori PUNTOLIS nella sezione Servizi – LIS OMNIA – Acquiring PostePay.

La seconda importante novità, riguarda l’aumento del compenso netto a favore dei tabaccai.

In particolare, fino al 31 dicembre 2021, il compenso netto per il servizio di incasso di bollettini pagoPA pagati con scannerizzazione del QR Code bancario è passato da 1,20 a 1,40 euro.

Il compenso di 1,40 euro per tale tipologia di pagamenti è stato così allineato a quello già riconosciuto da LIS Pay ai tabaccai per tutti i bollettini postali e per gli avvisi pagoPA pagati con la scannerizzazione del QR Code postale.

Si tratta di un importante riconoscimento attribuito direttamente dalla LIS alla rete dei tabaccai, atteso che la commissione al cliente finale rimane invariata a 2 euro per tutti i tipi di pagamenti (bollettini diretti, bollettini postali e bancari, avvisi pagoPA e bollo auto).

L’aumento del compenso a favore del tabaccaio senza il ribaltamento dei relativi costi a carico dell’utenza rappresenta un sensibile passo avanti, considerato il delicato momento storico e l’importanza che la nostra rete ha acquisito agli occhi dei consumatori, in modo particolare negli ultimi tempi.

Insomma, davvero due buone notizie, in attesa del lancio delle ulteriori implementazioni già in serbo per autunno”.