“Con una determina a firma del Direttore Generale, Dott. Marcello Minenna, l’Agenzia delle Dogane e Monopoli ha sospeso, per i bienni 2019/2020 e 2020/2021, l’applicazione del disposto con il quale si provvede alla revoca delle ricevitorie del Lotto per mancato raggiungimento del reddito medio annuo. È altresì sospesa, per i medesimi periodi, l’applicazione del decreto direttoriale con il quale è previsto il decremento dei terminali per la raccolta del gioco del lotto a causa del mancato conseguimento dei volumi richiesti”.

Così in una nota la Federazione Italiana Tabaccai.

“Il provvedimento, la cui approvazione nei mesi scorsi era stata a più riprese caldeggiata dalla FIT, assicura ai tabaccai lottisti il mantenimento della ricevitoria del lotto e della dotazione tecnologica attualmente a disposizione, senza ulteriori danni collaterali derivanti dall’emergenza da Covid 19.

I numerosi provvedimenti, sia nazionali che locali, che in questi ultimi mesi hanno interessato il settore del gioco -dall’interruzione della raccolta allo spegnimento dei monitor- nonché le forti limitazioni alla circolazione delle persone, hanno acuito la già difficile situazione economica della categoria.

Pertanto, l’esigenza manifestata dalla FIT di non aggravare ulteriormente la condizione dei tabaccai è stata recepita dall’Agenzia, a cui va il nostro ringraziamento per la sensibilità dimostrata, con la ratifica della determina in questione grazie alla quale, per i bienni citati, non si terrà conto del calo dei volumi di raccolta del gioco ai fini della revoca della ricevitoria e della rimozione dei terminali”.