“Come di consueto in questo periodo dell’anno i soci stanno ricevendo il materiale necessario per poter procedere con il versamento del Contributo Ecomap. In questa fase precisamente verrà richiesto l’importo relativo all’acconto per l’anno 2022, calcolato sulla base dei servizi e delle garanzie attive in rivendita al momento. In fattura potranno essere riportate ulteriori voci riguardanti, ad esempio, un eventuale Saldo 2021, dovuto a seguito di aumenti o nuove prestazioni rilasciate dopo i versamenti dello scorso aprile, contributi relativi ad Assistenza Sanitaria Integrativa per i familiari, a Polizza Novennale o rateizzo dell’imposta «Una Tantum», o ancora al contributo per il rilascio della Polizza Tabaccheria Protetta”. E’ quanto scrive in una nota la Federazione Italiana Tabaccai.

“Dopo questa prima fase di acconto, il restante importo verrà richiesto direttamente nella fase contributiva del prossimo aprile, con il calcolo esatto di quanto dovuto al momento.

Il materiale inviato è comprensivo dei bollettini precompilati con le scadenze di pagamento, la relativa fattura di cortesia, il prospetto illustrativo e la consueta lettera accompagnatoria.

Ogni socio potrà trovare quanto inviato direttamente nel proprio Cassetto Fiscale e nella propria Area Riservata My Ecomap alla quale può accedere in ogni momento inserendo le proprie credenziali di accesso.

Ricordiamo che l’Area Riservata è accessibile sia via web al sito www.ecomap.it che comodamente dal proprio dispositivo mobile tramite apposita App.

Ecomap ha scelto di mantenere ancora in essere la più ampia rateizzazione del contributo in 5 rate anziché tornare alle 3 rate usate in precedenza.

Si tratta di una scelta importante, fortemente voluta dall’Ente e molto apprezzata dalla categoria, che ricordiamo essere nata in un momento di grande difficoltà per il Paese per via della pandemia mondiale, ancora in corso, dovuta al Covid-19.

Dallo scorso anno infatti Ecomap ha realizzato varie iniziative a supporto della categoria, tra cui proprio la scelta di un rateizzo maggiore.

Quanto fatto rappresenta un grande impegno organizzativo per la Cooperativa, che deve necessariamente adeguare tutta la propria operatività e contabilità in funzione di tempistiche molto più stringenti. Si tratta di un passo non di poco conto quello di aumentare le rate per i versamenti e dare così respiro a quelle attività che hanno continuato ad offrire servizi rimanendo aperte anche durante i periodi di lockdown.

Per i soci interessati ad effettuare un unico versamento resta comunque confermata anche questa modalità, attraverso bonifico bancario.

Ricordiamo che i dati necessari per il versamento unico sono disponibili nella lettera che accompagna tutto il materiale inviato.

Le 5 rate non sono l’unico vantaggio rimasto invariato in questa fase.

Resta infatti ancora in essere anche la riduzione delle garanzie LIS e SIR, applicata dal 2019. Ricordiamo che per le Garanzie LIS è prevista una riduzione del 10% per importi garantiti fino ad 39.999 euro e del 30% per importi garantiti pari o maggiori di 40.000 euro.

Per le Garanzie SIR resta confermata la riduzione del 10% sull’importo garantito.

È confermata inoltre anche la riduzione del 15% sul contributo Ecomap calcolata sulle prestazioni in essere nel 2021 per le rivendite che hanno aderito ai seguenti prodotti Ecomap: Fido Tabacchi, Polizza Tabaccheria Protetta, Previdenza Complementare (con un versamento annuo pari ad 1.800 euro), Polizza Vita o in alternativa la nuova Polizza Infortuni.

Ecomap non ha mai smesso di supportare la categoria, mantenendo sempre costante il suo operato senza mai venir meno ai suoi doveri, per questo anche ai propri associati è richiesta precisione per quanto riguarda la propria posizione contributiva.

Essere in regola con i versamenti è essenziale per consentire ad Ecomap di svolgere al meglio il proprio lavoro e consente inoltre di accedere alle numerose prestazioni per la rivendita e per la persona messe a disposizione per i soci, tra cui l’apprezzatissima Assistenza Sanitaria Integrativa, le numerose Borse di Studio assegnate annualmente ai soci e ai loro figli o ancora i tempestivi interventi in caso di calamità naturali”.