“La notizia incoraggiante è quella della sospensione, per due mesi, del pagamento dei canoni afferenti ai giochi numerici a totalizzatore e alle scommesse gestiti da Sisal. Un aiuto concreto per i ricevitori che giunge dalla società milanese in accoglimento delle conformi richieste da parte di STS e FIT”. Si legge in una nota del Sindacato Totoricevitori SportiviFederazione Italiana Tabaccai.

Advertisement

“La sospensione ci permetterà di tirare un po’ il fiato in questo momento in cui entrano pochi soldi e ne escono tanti. È una situazione comune ai tutti gli esercenti le diverse attività commerciali che, in un modo o nell’altro, necessitano di sostegno.

Un sostegno che, per quanto riguarda noi operatori del gioco è per l’appunto rappresentato, al momento, dalla dilazione dei canoni dovuti a Sisal per la raccolta del SuperEnalotto e delle scommesse sportive e ippiche. Quando si tratterà di versarli (in sei rate a partire dal mese di luglio) saremo, presumibilmente, sulla strada del ritorno alla normalità.

C’è ancora molto da fare per garantire la salvaguardia del settore dei giochi e ci aspettiamo che analoghi segnali di aiuto – instancabilmente invocati dal nostro Sindacato – giungano anche da altri operatori.

Arriveranno, ne siamo certi, perché c’è un’altra notizia incoraggiante in questo brutto momento, vale a dire il risveglio della solidarietà comune, nella consapevolezza che solo con il contributo di tutti riusciremo a superare questa piaga mondiale” conclude la nota.