palese agcai

“Il sottosegretario Villarosa punti al contigentamento degli apparecchi, sia nelle sale che nei locali pubblici, unica soluzione per risolvere l’annoso problema delle distanze e degli orari. Il sottosegretario Villarosa dovrebbe tenere presente della legge pugliese da poco approvata in consiglio regionale, grazie al grande impegno profuso soprattutto dal presidente Sapar Domenico Distante al quale va il nostro plauso, per avviare un serio riordino”. Così in una nota Agcai.

“Però la legge pugliese non basta per convincere in Conferenza Stato-Regioni tutti i governatori e sindaci ad aprire verso una riduzione dell’offerta in modo incisivo. E allora si deve ricorrere al dimezzamento del numero massimo di apparecchi awp consentiti sia nelle sale che nei locali pubblici. Se oggi sono consentiti max 1 apparecchio ogni 5 metri quadri nelle sale, si dovrebbe passare ad 1 ogni 10 con una massimo di 15/20 slot e nei locali pubblici da max 8 a max 4 con un apparecchio anche nei locali di piccole dimensioni.

Bisognerebbe poi separare gli apparecchi vlt dagli apparecchi awp e nelle sale con le sole slot integrarle con flipper, calcio balilla ed apparecchi di puro divertimento comma 7/C. Si avrebbero sale d’azzardo con le sole vlt e sale di intrattenimento e divertimento con awp a piccola vincita con tutti gli altri giochi, affinché il giocatore possa passare un’ora di svago con la possibilità di interfacciarci con diverse tipologie di giochi e non concentrarsi solo su giochi a vincita.

E pensare che tutto questo è previsto nell’obiettivo della legge, che non era quello di autorizzare le vlt nella stessa location dove erano collocate le awp formando di fatto dei casinò veri e propri . Si parla tanto di riduzione dell’offerta, si inizi da qui e si vada avanti con gratta e vinci, lotterie istantanee ed online. Il sottosegretario non perda tempo e ci auguriamo che trovi il tempo di riconvocare la nostra associazione al Mef, dopo l’annullamento dell’incontro programmato per il 6 di giugno” conclude Agcai.

Commenta su Facebook