Sistema Gioco Italia, Federazione di filiera dell’Industria del Gioco e dell’Intrattenimento di Confindustria, esprime sostegno e condivisione di intenti a FIT e STS in occasione della manifestazione in programma per l’8 maggio a Roma.

Sistema Gioco Italia condivide, con FIT e STS, la necessità di chiedere alle Istituzioni un intervento immediato sul gioco pubblico. Condivide altresì, tra le ragioni che hanno portato ad indire una manifestazione di protesta, la necessità di fermare il proibizionismo che avanza attraverso l’imposizione di distanziometri e limiti agli orari.

E’ necessario che tutte le istituzioni, nazionali e locali, si siedano attorno ad un tavolo con gli operatori del settore del gioco pubblico per elaborare strategie che consentano di promuovere il gioco responsabile e contrastare l’illegalità.

Difendere la libertà d’impresa, gli investimenti effettuati, tutelare i livelli occupazionali è più che doveroso” sono le parole del Presidente di Sistema Gioco Italia, Stefano Zapponini” e ancor più in un settore che opera per conto dello Stato in regime concessorio.  Dunque non solo sosteniamo fortemente l’azione di FIT-STS ma ribadiamo la necessità di portare avanti insieme a tutte le rappresentanze del Settore, le proposte di Riforma del Settore che ci vedono uniti per riaffermare il valore del Gioco Legale, per proporre allo Stato e Regioni soluzioni equilibrate e sostenibili per i Cittadini e le risposte per prevenire e contrastare le patologie di gioco, continuando a garantire legalità nei territori e occupazione. Alle Istituzioni centrali e locali – prosegue Zapponini – va la nostra richiesta, più volte sollecitata e il nostro appello ad aprire un confronto con le rappresentanze per superare il proibizionismo e trovare soluzioni win-win-win, per il Cittadino, per lo Stato, per l’Industria e i Lavoratori

Commenta su Facebook