Relazioni sindacali, partecipazione ai risultati economici, welfare contrattuale, formazione professionale e sostegno alla genitorialità alcuni dei punti cardine dell’intesa. Chicca (Fisascat Cisl): “E’ prevalso il senso di responsabilità e la volontà di utilizzare lo strumento della contrattazione per apportare ed incrementare condizioni di miglior favore per i lavoratori”

“Er gioco è una cosa serissima”, diceva il maestro Gigi Proietti. Lo sanno bene anche in casa Sisal, soprattutto quando è in grado di apportare benefici per gli oltre 2.300 lavoratori dipendenti del gruppo leader nel mercato del gioco legale e dei servizi di pagamento. Relazioni sindacali, partecipazione ai risultati economici, welfare contrattuale, formazione professionale e sostegno alla genitorialità sono solo alcuni dei punti cardine dell’accordo di rinnovo del Contratto Integrativo Aziendale siglato dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs e dalla direzione aziendale.

Sul capitolo relazioni sindacali l’intesa, in vigore dal 1° giugno 2022 al 31 dicembre 2025 – si legge in un comunicato Fisascat -, nel confermare in toto le previsioni del precedente contratto integrativo, introduce nuove materie di informazione demandate ai due livelli, nazionale e decentrato, e vengono inoltre introdotte nuove agibilità per l’esercizio dell’attività sindacale rispetto allo svolgimento delle assemblee in modalità telematica e fruibilità della bacheca sindacale elettronica.

Sulla parte economica le parti hanno convenuto di aggiornare il meccanismo di salario variabile, collegato ai risultati aziendali, composto da una componente di welfare uguale per tutti, con l’erogazione di una somma pari a 500 euro spendibile sulla piattaforma Sisal Care al raggiungimento degli obiettivi correlati al raggiungimento del margine operativo lordo, e da una componente di Premio di Risultato, da 1.100 euro a 2.000 euro, disciplinato sulla base di indicatori di produttività, redditività, qualità ed efficienza, convertibile, tutto o in parte, in welfare aziendale beneficiando dei servizi messi a disposizione dalla società sulla piattaforma Sisal Care. In caso di totale convertibilità del premio, la società riconoscerà a titolo di Cashback un’ulteriore somma a titolo di welfare pari al 10% della componente di Premio di Risultato.

Rafforzato anche l’intervento sul welfare contrattuale: in tema di assistenza sanitaria integrativa l’intesa conferma l’adesione ai Fondi Sanitari Integrativi Est e Quas e la polizza sanitaria integrativa già in essere del valore pari a 240 euro annuali pro capite a far data dal 1° aprile 2022; sulla previdenza complementare proseguirà l’opera di informazione, sensibilizzazione e monitoraggio delle adesioni al fine di ampliare la platea degli iscritti al Fondo contrattuale Fonte.

Dal mese di giugno l’importo del buono pasto elettronico è incrementato ad 8 euro. I dipendenti con almeno due anni di anzianità di servizio potranno inoltre beneficiare di un prestito concesso dall’impresa, ad un tasso vantaggioso dell’1,5%, per l’acquisto o la ristrutturazione della prima casa, spese mediche straordinarie, acquisto della prima autovettura e per le spese di matrimonio per sé o per i figli.

Sul supporto alla genitorialità e limitatamente al periodo di astensione facoltativa post partum le parti, a far data dal 1° luglio, provvederanno ad integrare il trattamento assistenziale a carico dell’Inps, fino al raggiungimento del 50% della normale retribuzione lorda; prolungato inoltre di ulteriori cinque giorni il congedo obbligatorio di paternità. In caso di mobilità temporanea in altri punti vendita in un raggio massimo di 30 chilometri verranno riconosciute ai lavoratori le spese vive sostenute per i mezzi di trasporto.

Ampio l’articolato in tema di contrasto alle molestie nei luoghi di lavoro, con la creazione di una piattaforma web per gestire le segnalazioni interne in modo protetto e la previsione di condizioni di miglior favore per i dipendenti vittime di violenza di genere.

Parte integrante dell’intesa l’accordo aziendale sullo smart working, il protocollo sull’organizzazione del lavoro e il verbale di accordi sindacale aziendale per la cessione solidale delle ferie. Il lavoro agile è riconosciuto ai ruoli eligible fino ad un massimo di dodici giornate al mese alle medesime condizioni economiche e normative applicate ai lavoratori che svolgono l’attività nei locali della società, inclusa l’erogazione del buono pasto.

Soddisfazione in casa Fisascat Cisl. Per la funzionaria sindacale Stefania Chicca si tratta di «un risultato valutato positivamente anche considerato il periodo appena trascorso, e non del tutto terminato, di forte crisi economica».

La sindacalista poi ha sottolineato le ripercussioni della pandemia nel settore del gioco legale. «Tutto il settore del Game in Italia – ha evidenziato – è stato fortemente impattato dalla crisi pandemica del covid-19 e dagli interventi regionali che di fatto hanno acuito la crisi del settore e bloccato le attività di raccolta del gioco legale sui diversi canali retail». «E’ prevalso il senso di responsabilità e la volontà di utilizzare lo strumento della contrattazione per apportare ed incrementare condizioni di miglior favore per i lavoratori», ha concluso la sindacalista.

Articolo precedenteRavenna, l’assessore Baroncini: “Sul gioco d’azzardo patologico impegno interassessorile importante”
Articolo successivoMinenna (ADM): “La regolazione del gioco pubblico ci permette di prevenire qualsiasi patologia o approccio problematico all’offerta”