“Federico Cafiero De Raho, Procuratore nazionale antimafia e antiterrorismo in audizione in Commissione parlamentare di inchiesta sul gioco illegale e sulle disfunzioni del gioco pubblico al Senato, ha ribadito ancora una volta l’importanza del gioco legale per contrastare quello illegale”. Così in una nota Sapar.

Maggiori controlli, dunque, nel gioco di Stato perché ‘mentre sul gioco legale abbiamo possibilità di controllo e vigilanza, sul gioco illegale abbiamo la difficoltà di individuare i luoghi in cui si gioca e quindi la difficoltà è maggiore’. E proprio perché il gioco legale evita il diffondersi di quello illegale, le chiusure delle sale (fatte senza tener conto delle evidenze scientifiche) hanno causato una ‘ultra-attività da parte delle organizzazioni mafiose e una moltiplicazioni di siti illegali online’. Condividiamo con il procuratore nazionale il concetto per cui ‘dove si chiude un settore la criminalità interviene per sopperire all’emergenza’. E purtroppo a causa della pandemia 1 lavoratore su 4 ha perso il suo lavoro. La nostra speranza – conclude l’associazione – è che questa ulteriore audizione metta fine a dichiarazioni sterili, fuorvianti e false di alcuni senatori. Purtroppo in questi mesi abbiamo dovuto ascoltare posizioni e commenti del tutto non veritieri. Continuiamo a combattere l’illegalità potenziando il gioco di Stato”.