“Il lockdown è l’ennesima conferma che quando il gioco legale viene meno, dilaga l’illegalità.
Ancora una volta il nostro plauso va alla Guardia di Finanza ed in particolare ai Finanzieri del Gruppo Torino per il lavoro continuo e prezioso in difesa delle attività che operano secondo le regole. In Piemonte il fenomeno di sostituzione del gioco legale con l’illegale trova la massima espressione a causa dei regolamenti espulsivi che la Regione ha messo in atto. Rivedere al più presto queste regole per riportare il gioco sotto il controllo e la tutela dello Stato”. Così in una nota Sapar.

Advertisement