Segnali di speranza per i dipendenti del settore bar e ristorazione del Casinò di Sanremo. E’ quanto evidenziato dalla Fisascat Cisl in seguito a un incontro con l’assessore regionale Berrino e con il sindaco di Sanremo Biancheri. Lo riporta sanremonews.it.

La nuova società ha contattato 16 lavoratori, assumendoli alle stesse condizioni di prima mentre ci sono circa 20 dipendenti ancora senza certezze, anche se in realtà sarebbero 11, visto che 4 sono stati sistemati dalla precedente azienda e altri 5 sarebbero in procinto di essere assunti a breve da quella nuova. Chi non è stato assunto è comunque in cassa integrazione.

Dopo il cambio dell’appalto e l’assenza di un minimo garantito, aspetto da non sottovalutare è che la riduzione del personale si è verificata in parte a causa della mancata assegnazione del Biribissi e del Roof Garden. Per questo la Cisl ha chiesto al Cda della casa da gioco e al sindaco Biancheri di affidare anche i due ristoranti alla nuova società. In questo modo il problema sarebbe già risolto, visto che l’azienda sarebbe disponibile ad assumere i lavoratori mancanti. Lunedì prossimo, intanto, è previsto un nuovo incontro tra la Cisl e la Regione. “Secondo me – ha affermato il sindacalista Scialanca – c’è lo spazio per collocare altri lavoratori, visto che al Casinò ci sono sempre eventi, come ad esempio quello del Poker di questa settimana”.