“Con un provvedimento pubblicato nella giornata di ieri sul proprio sito istituzionale, l’Agenzia delle dogane e monopoli ha disposto, a decorrere dal 24 giugno 2020, la ripresa del computo dei termini di decadenza del diritto alla riscossione delle vincite conseguite ai giochi numerici a quota fissa e a totalizzatore previsti dai rispettivi regolamenti.

Infatti, nel pieno dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, al fine di limitare gli spostamenti, erano stati sospesi i termini di decadenza per il pagamento delle vincite al Lotto, Superenalotto e tutti i giochi ad essi riconducibili (10eLotto, WinforLife, ecc.)”. Così in una nota la Federazione Italiana Tabaccai.

“Considerato che nell’attuale “Fase 2” dell’emergenza epidemiologica il Governo ha disposto un graduale ripristino degli spostamenti fisici sul territorio, è stato stabilito che a decorrere dal 24 giugno riprenderà regolarmente il conteggio dei termini di decadenza per le vincite totalizzate ai giochi indicati.

Resta inteso che i giocatori a cui spetterà incassare le vincite, disporranno dei soli giorni residui rimanenti dal momento della sospensione dei termini e non di tutti i 60 giorni generalmente previsti.

È opportuno, quindi, che i giocatori siano invitati alla celere riscossione dei premi onde evitare la scadenza dei termini per l’incasso”.