L’avv. Marco Ripamonti aggiorna Jamma in ordine all’incarico ricevuto dalla Confederazione Gestori Sale Scommesse ed alla petizione attuata dalla stessa Associazione.

Così l’avvocato: “Ho appreso che l’iniziativa indetta dalla Confederazione mia assistita stia riscuotendo grandissimo consenso, con ben oltre mille adesioni già pervenute in un arco di tempo brevissimo. In esecuzione del mandato ricevuto sto ultimando una nota che verrà indirizzata alla Presidenza del Consiglio dei Ministri contemplante i diversi profili di discriminazione e sproporzione che caratterizzano l’apodittico mantenimento della sospensione delle sale scommesse autorizzate e legali, con un invito a disporne la riapertura immediata. Il protrarsi della situazione di stallo, peraltro, oltre a mettere in forte difficoltà le imprese, arreca ingente perdita per l’erario, favorendo la crescita dei comparti di raccolta scommesse non autorizzati e gli appetiti della criminalità organizzata. Non è dato davvero comprendere quali possano essere le motivazioni a base di questa ingiusta determinazione del Governo, a fronte di attività perfettamente idonee a salvaguardare i clienti dai rischi contagio COVID”.