“Oggi riapre le sue porte al pubblico il Casinò di Campione e con esso torna a vivere un’intera comunità, provata ma più che mai unita nella voglia di ripartenza. Certe ferite bruceranno ancora per lungo tempo e i fatti che hanno portato ad una simile debacle non potranno e non dovranno essere né dimenticati né tantomeno ripetuti”. Così in una nota il segretario generale territoriale Uilcom del Lario, Luca Fogliata e quello organizzativo, Matteo Guanziroli.

“Abbiamo sempre ritenuto che la chiusura della casa da gioco fosse stato un clamoroso errore – aggiunge l’organizzazione sindacale –. In questo giorno di gioia per decine di famiglie, il nostro pensiero va ai lavoratori che purtroppo al momento non figurano tra i riassunti. Il nostro auspicio è che la casa da gioco posso riacquistare presto quella stabilità che consentirà di procedere a nuove assunzioni, così come previsto nel piano concordatario. Ci auguriamo inoltre che l’attività della casa da gioco possa essere un volano per l’intera economia del territorio e che molteplici e nuove opportunità lavorative si vengano a creare. La data di oggi non è certo un punto di arrivo ma al contrario lo è di partenza. Il nostro impegno proseguirà immutato, a tutela dei lavoratori e dei loro diritti, dell’occupazione e della sostenibilità di un’Azienda che è qualcosa di più di un semplice luogo di lavoro e che merita un futuro all’altezza della propria storia!”.