“In considerazione della situazione emergenziale provocata dal Covid-19, il D.L. Rilancio (cfr. art. 140) è intervenuto sull’art. 2 del D.L. n. 127/2015 in tema di obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri, modificando i termini per il graduale adeguamento all’obbligo in oggetto per gli esercenti, portando la scadenza ultima al 1° gennaio 2021. Inoltre, l’art. 141 dello stesso D.L. Rilancio, ha differito al 1° gennaio 2021 anche l’entrata in vigore della lotteria dei corrispettivi (art. 1, comma 540, della L. n. 232/2016). Conseguentemente, al fine di recepire tali novità normative, con Provvedimento n. 248558/2020, l’Agenzia delle Entrate ha disposto la modifica dei precedenti Provvedimenti (del 28 ottobre 2016 e del 31 ottobre 2019) con i quali aveva disciplinato gli aspetti più tecnici dell’obbligo in questione”. E’ quanto comunica Fipe in una nota.

“Con il medesimo Provvedimento, tra l’altro, l’Agenzia ha disposto alcune modifiche all’allegato tecnico denominato ”Allegato – Tipi Dati Documento Commerciale ai fini Lotteria”, finalizzate a classificare alcune altre modalità di pagamento come “Non riscosso”. Infine, sono state previste alcune modifiche riguardo al layout del Documento Commerciale, con l’obiettivo di assicurare una leggibilità semplificata e l’ottimizzazione del contenuto al fine di ridurre il consumo di carta nel caso di stampa analogica del documento” conclude Fipe.