HomeAssociazioniPresentazione libro "Il gioco pubblico in Italia", Cangianelli (EGP-Fipe): "Un quadro chiaro...

Presentazione libro “Il gioco pubblico in Italia”, Cangianelli (EGP-Fipe): “Un quadro chiaro è essenziale per garantire gli interessi della salute, dell’erario e dell’economia”

“Distanziometri e limitazioni orarie sono regole stupide, non raggiungono neanche lontanamente gli obiettivi che hanno immaginato di raggiungere. Oggi non risultano effetti sui giocatori a rischio o patologici, mentre è noto come queste limitazioni abbiano favorito l’illegalità, creando anche spostamenti non spontanei tra un gioco e l’altro. La maggior parte delle regioni non ha implementato le regole introdotte, a dimostrazione che non funza. Le imprese del settore aspettano un atto politico che è l’intesa e un atto legislativo attuativo per le concessioni del retail. In questo ci dovranno essere gli indirizzi per un nuovo rapporto degli esercenti con i consumatori, supportato da nuove tecnologie. Queste sono le linee del futuro. Da ultimo il perimetro concessorio deve essere attualizzato ai numeri del 2024 e degli anni a venire. Tutti gli imprenditori che investono nel settore vogliono continuare a farlo, ma il quadro deve essere ben chiaro e deve fare luce anche sull’attività imprenditoriale degli esercenti. Senza un quadro chiaro la mancanza di interesse nel settore farà perdere le migliori imprese, con il rischio di ritorno ai contesti non chiari di 20 anni fa. Un quadro chiaro è essenziale per garantire gli interessi della salute, dell’erario e dell’economia, compresa quella delle imprese del settore”.

Lo ha detto Emmanuele Cangianelli (in foto), presidente EGP-Fipe (Confcommercio), intervenendo presso la sala Caduti di Nassirya del Senato alla presentazione del libro dell’avvocato Geronimo Cardia “Il gioco pubblico in Italia: riordino, questione territoriale e cortocircuiti istituzionali”.

Redazione Jammahttps://www.jamma.tv/
Il quotidiano del gioco legale
CasinoMania
StarCasinò
Play&Go
ZonaGioco

Articoli correlati